Vip & Curiosità

15.05.2019

Hunziker e J-Ax
in decollo con
«All Together Now»

J-Ax e Michelle Hunziker, la strana coppia del nuovo programma di Canale 5 «All Toghether Now»
J-Ax e Michelle Hunziker, la strana coppia del nuovo programma di Canale 5 «All Toghether Now»

MILANO. Si presenta con un mix di originalità e del già collaudato filone del game show «All Together Now», il nuovo programma di Canale 5 condotto da Michelle Hunziker, nel suo ruolo di simpatica e dolce tigre dello spettacolo, e con presidente di giuria l'ironico J-Ax. E che giuria: un vero e proprio Muro umano, dal forte impatto visivo, di 100 giudici scelti fra artisti ed esperti che parleranno e voteranno durante le esibizioni dei cantanti. Il format è nato l'anno scorso alla Bbc, dove è già alla terza serie, ed è stato venduto in 13 Paesi: andrà in onda da domani in prima serata. Cinquanta concorrenti per un solo vincitore: 50 mila euro il premio. Sei puntate, nella versione italiana prodotta da Endemol Shine Italy, che dai 50 minuti dell'originale inglese sono state allungate a circa due ore e mezza e adattate alle corde del nostro pubblico. E che nelle intenzioni del direttore della rete, Giancarlo Scheripotrebbe diventare un brand da portare avanti negli anni. Forse un pò complesso da spiegare, ma semplice da capire una volta visto, «All Together Now» prevede che i vari artisti si esibiscano su canzoni che hanno concordato: la giuria, composta letteralmente da 100 persone del settore - fra cui per esempio Le Donatella, Mietta, Silvia Mezzanotte, Simona Bencini dei Dirotta su Cuba e Antonella Lo Coco finalista della quinta edizione di X Factor - ha potuto parlare e polemizzare (le puntate sono registrate) e decidendo di cantare e ballare ha attribuito il voto ai vari concorrenti. Venti partecipanti arriveranno alla semifinale e dieci alla finalissima. Faranno parte della giuria, di volta in volta, anche artisti come Al Bano, Iva Zanicchi, Ron, Nek, Boomdabash e Fabio Rovazzi. Entusiasta è apparsa la Hunziker: «Mi sono davvero emozionata e divertita; quando mi hanno descritto il format ho avuto mille dubbi. Come si possono gestire cento giurati, diventa impossibile, mi ero detta. E invece l'effetto "condominio" del Muro è coinvolgente e tutti hanno potuto dire quello che pensavano». Convinto anche J-Ax: «Sono un amplificatore di bellezza», ha scherzato per poi spiegare che «hanno partecipato anche un panettiere e un poliziotto: abbiamo dato la possibilità a gente normale di potersi realizzare».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1