<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Il profilo del nuovo sottosegretario alla cultura

Dal Maffei al Governo, passando per Nazionale Cantanti e Sanremo: chi è Gianmarco Mazzi

di Riccardo Verzè
Il profilo del manager dello spettacolo veronese diventato nel 2022 sottosegretario alla Cultura del governo Meloni
Alcuni scatti della vita professionale e privata di Gianmarco Mazzi
Alcuni scatti della vita professionale e privata di Gianmarco Mazzi
Dai concerti al governo: la storia per immagini di Gianmarco Mazzi

Il 31 ottobre 2022 Gianmarco Mazzi è stato nominato dal governo Meloni sottosegretario alla Cultura. Con lui gli altri sottosegretari sono Lucia Borgonzoni, 46enne della Lega, e Vittorio Sgarbi, critico d'arte e personaggio televisivo di 71 anni eletto in Parlamento con Noi Moderati. Il ministro della Cultura è Gennaro Sangiuliano.

 

Chi è Gianmarco Mazzi

Gianmarco Mazzi è l'unico veronese presente nel governo Meloni. È veronese  però anche il presidente della Camera, Lorenzo Fontana.

Mazzi è nato il 1 luglio 1960 a Verona, ha frequentato il liceo classico Scipione Maffei e si è laureato in Giurisprudenza. Ha lavorato come autore televisivo ed esperto di comunicazione, legato a doppio filo al festival di Sanremo e agli eventi dell'extralirica in Arena.

Alla prima esperienza in Politica, è stato eletto alla camera nelle fila di Fratelli d'Italia, per la quale ha corso nel collegio di Padova.

Da sempre nel mondo dello spettacolo, nel 1981 ha avviato la Nazionale Cantanti con Gianni Morandi e Mogol. I suoi rapporti con il mondo della musica l'hanno portato a lavorare in quegli anni con Miguel Bosè, i Pooh e tanti altri. Ha organizzato diversi eventi musicali di livello internazionale, collaborando fra gli altri con Caterina Caselli, Adriano Celentano e Riccardo Cocciante.

Nel 2003 ha per portato aiuti umanitari in Iraq insieme alla Croce Rossa Italiana, a Gianni Morandi e a Luca Barbarossa: ha ricevuto per questo motivo il riconoscimento dei Nobel per la Pace, il “Manforpeace Award”.

Dal 2005 in poi, è stato per sei volte direttore artistico del festival di Sanremo, collaborando poi in diverse vesti in molte edizioni, comprese le ultime con Amadeus e Fiorello.

Ne 2015 ha organizzato  l’ “opening” di Expo 2015, da Piazza del Duomo a Milano,

Dal 2017 è amministratore delegato di Arena di Verona srl, società di diritto privato, controllata dalla Fondazione lirica Arena, che gestisce le attività televisive e live nell’anfiteatro romano, e direttore artistico dell’Arena di Verona.

Sposato dal 2012 con Evelina Zanetti, il suo lavoro l'ha reso amico di molti artisti e personaggi televisivi: in primis Gianni Morandi, ma anche Riccardo Cocciante (che ha cantato alle sue nozze), Adriano Celentano, Paolo Bonolis, Antonella Clerici, il compianto Fabrizio Frizzi e molti altri.

 

Riguardo la partecipazione in politica, di recente ha dichiarato in un'intervista a L'Arena: «Fin dai tempi del liceo classico ho cominciato a interessarmi di politica e a frequentare l’area culturale della destra che oggi fa riferimento a Giorgia Meloni ed ero militante. Volevo reagire al fatto che se non eri allineato dall’altra parte politica non avevi diritto di parola. Fu una scelta di libertà. Io sono sempre stato un moderato e ho sempre frequentato ambienti artistici, che sono spesso politicamente dalla parte opposta. Ma ho sempre rispettato tutti e sono sempre rispettato da tutti».

Suggerimenti