Il caso Report

Tosi, condanna
a tre mesi
per diffamazione

Il caso Report
Flavio Tosi
Flavio Tosi
Flavio Tosi
Flavio Tosi

Dal reato più grave, ovvero l’aver denunciato Sigfrido Ranucci per diffamazione attribuendo al giornalista l’acquisizione di informazioni dirette a screditare la figura dell’allora sindaco Flavio Tosi, sia Tosi (difesa Sancassani-Fiorini) sia Sergio Borsato (difesa Mezzomo) che aveva registrato gli incontri con il cronista di Report per cercare di capire che materiale avesse reperito, sono stati assolti.

L’ex primo cittadino però davanti al giudice Cristina Carrara doveva rispondere anche di aver diffamato Ranucci perchè in diverse interviste rilasciate a televisioni e quotidiani non aveva lesinato insulti e offese. Alcune frasi non sono state ritenute lesive ma per quanto dichiarato in tre occasioni (l’8 e l’11 aprile, il 7 maggio 2014) quando aveva denigrato il ruolo del giornalista e quello della trasmissione è stato condannato a 3 mesi, pena che resterà sospesa per cinque anni ma subordinata al pagamento di una provvisionale di 7.500 alla parte civile (tutelata da Tirapelle e Mastropasqua) entro tre mesi dal passaggio in giudicato della sentenza.

 

Leggi anche
Report: «Ecco il sistema Tosi» Il sindaco: «Sono delle m...»

Fabiana Marcolini