Politiche 2022

Fontana, Maschio e Tosato i primi veronesi eletti. Sicuri anche Morgante e Gelmetti

Tosato, Maschio, Fontana: i primi eletti in Parlamento
Tosato, Maschio, Fontana: i primi eletti in Parlamento
Tosato, Maschio, Fontana: i primi eletti in Parlamento
Tosato, Maschio, Fontana: i primi eletti in Parlamento

 

Aggiornamento: qui i nomi definitivi dei veronesi eletti in Parlamento

----

Lorenzo Fontana e Ciro Maschio alla Camera, Paolo Tosato al Senato. Sono questi, al momento, i nomi che strappano un biglietto per Roma. Tutti appartenenti alla coalizione di centro-destra. 

Nel Collegio uninominale di Verona, che comprende la città a la parte alta della Provincia, è stato eletto Fontana, vicesegretario federale della Lega. Ha ricoperto l'incarico di ministro per la famiglia e le disabilità dal 2018 al 2019 e di ministro per gli affari europei per due mesi nel 2019 nel governo Conte I. E' stato anche Eurodeputato dal 2009 al 2018. In questo collegio la coalizione di centrodestra ha conquistato il 53,60% delle preferenze (Fratelli d'Italia al 32,07%, Lega all'11,75%, Forza Italia 8,49%, Noi Moderati 1,28%). La coalizione di centrosinistra ha guadagnato il 24,73% delle preferenze. 

Nel Collegio uninominale di Villafranca, che comprende il resto della Provincia, è stato eletto Ciro Maschio, membro di Fratelli d'Italia dalla sua fondazione. E' stato eletto deputato nelle elezioni del 2018. La sua coalizione di centrodestra ha conquistato nel collegio di Villafranca il 64,42% delle preferenze: Fratelli d'Italia 38,26%, Lega 15,70%, Forza Italia 9,24% e Noi Moderati 1,22%. Al centrosinistra è andato il 16,97% delle preferenze. 

Infine il Senato. Nel collegio uninominale di Verona è stato eletto Paolo Tosato, in Senato dal 2014. E' a capo della coalizione di centrodestra che, in questa tornata elettorale, ha conquistato nel collegio il 58,53% delle preferenze: Fratelli d'Italia 35,91%, Lega 13,41%, Forza Italia 7,95%, Noi Moderati 1,27%. La coalizione di centrosinistra si è fermata al 21,28& dei voti. 

Incerto per ora invece il destino dei veronesi candidati nel plurinominale: a poter ambire a un posto a Roma ci sono soprattutto Flavio Tosi (Forza Italia) e Alessia Rotta (Partito Democratico), ma per entrambi l'elezione al momento appare incerta, così come per Lara Fadini della Lega.

Capitolo Fratelli d'Italia: sicuri di un posto Maddalena Morgante e Matteo Gelmetti, così come Gianmarco Mazzi candidato a Padova. Incerto invece Marco Padovani.

 

QUI IL TABELLONE NAZIONALE CON I RISULTATI 

 

Queste invece le stime (ore 8.50) della distribuzione dei seggi in Veneto per Camera e Senato secondo l'osservatorio regionale:

 

SENATO (seggi plurinominali)

Fratelli d'Italia 3

Lega 2

Forza Italia 1

Partito democratico 2

Verdi e Sinistra 1

Movimento 5 stelle 1

Azione - Italia Viva 1

 

CAMERA (seggi plurinominali)

Fratelli d'Italia 7

Lega 3

Forza Italia 2

Partito democratico 4

Verdi e Sinistra 1

Movimento 5 stelle 1

Azione - Italia Viva 2