La colazione del campione

Telegrafo, un approdo fra le nuvole. «Quassù è ogni volta una folgorazione»

Il rifugio Telegrafo e il suo gestore Alessandro Tenca
Il rifugio Telegrafo e il suo gestore Alessandro Tenca
LCDL - Telegrafo

«La prima volta che sono salito su questa montagna, a 9 anni, il cuore mi ha fatto boom. E lo fa ancora tutte le volte che salgo, è una folgorazione continua».

A La colazione del Campione parla Alessandro Tenca, gestore del rifugio del Cai Gaetano Barana al Telegrafo. È il rifugio del Cai di Verona sito a 2147 metri, che quest'anno compie 125 anni, il protagonista dell'intervista con Claudio Mafrici.

Una «capanna di vetta» in quota con una straordinaria vista sul lago di Garda e sull'arco alpino, aperta da maggio e fino ad autunno inoltrato. Con Tenca si è parlato delle peculiarità del Baldo (compresa la sua eccezionale ed unica vegetazione), ma anche del tema della sicurezza e dell'«affollamento» della montagna. Un Baldo da scoprire e riscoprire, grazie anche alla guida scritta da Andrea Miotto in uscita proprio con l'Arena.

Riccardo Verzè

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati