La norma del Decreto

Sospensione dello stipendio per gli operatori sanitari che rifiutano di vaccinarsi

Vaccinazioni anticovid
Vaccinazioni anticovid

Come annunciato dal presidente del consiglio Mario Draghi lo scorso 26 marzo, il nuovo decreto prevede sanzioni per gli operatori sanitari che rifiutano il vaccino anticovid.

Il nuovo decreto covid infatti ha introdotto la norma secondo la quale chiunque lavori in una struttura sanitaria, medici, infermieri, operatori sociosanitari, farmacisti, m anche dipendenti anche amministrativi di Rsa e studi privati dovrà vaccinarsi.

Per chi rifiuta è prevista la sospensione dello stipendio per quello che viene definito «un tempo congruo all’andamento della pandemia». Quando si raggiungerà l’immunizzazione di massa o si registrerà un calo importante della diffusione del virus, la sanzione verrebbe revocata. La sospensione durerà al massimo sino al 31 dicembre del 2021.

Previsto anche lo «scudo penale» per i somministratori che seguono le regole, limitando la punibilità ai soli casi di colpa grave.

 

Leggi anche
I primi medici veronesi vaccinati contro il covid: «Un onore e un privilegio»