In libreria

Ecco "La rossa volante". La vita di Francesca Porcellato scritta con Matteo Bursi

L'atleta, veronese d'adozione, ha vinto 14 medaglie alle Paralimpiadi. Tra le più grandi sportive di sempre. L'autobiografia scritta a quattro mani con il giornalista di Telemantova
La copertina de "La rossa volante"
La copertina de "La rossa volante"
In libreria "La rossa volante". Ne parlano gli autori Matteo Bursi e Francesca Porcellato

Cinque decenni di storia di sport e di evoluzione della cultura paralimpica. Tutti, raccontati nella autobiografia di Francesca Porcellato. A comporla, a quattro mani, Matteo Bursi, giornalista di Telemantova, di nuovo alla prova dei lettori dopo il successo di Lo sport è una cosa seria. Una vita, ridotta in numeri, parla di più di trent'anni di attività che hanno fatto di Francesca probabilmente l’atleta paralimpica più nota al mondo. Classe 1970, da Castelfranco Veneto, Francesca ha vinto 14 medaglie ai Giochi in tre sport, ed è stata la prima atleta a mettersi alla prova nella multidisciplina. Il presidente del Coni Giovanni Malagò firma la prefazione del volume, edito Baldini+Castoldi. Ma “La Rossa volante” racconta soprattutto un mondo che è cambiato. Da oggi, 24 febbraio, La Rossa volante è in tutte le librerie. All'uscita del volume, i colleghi de L'Arena hanno dedicato nelle scorse ore una diretta Instagram, condotta da Riccardo Verzè con ospiti Francesca Porcellato e Matteo Bursi.