<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
allarme sul lago

Chiazze gialle nelle acque del Garda, diverse le segnalazioni alle autorità: individuata la causa

Molte persone si sono rivolte alle autorità per segnalare la comparsa di chiazze anomale

E’ avvertito anche in alto Garda il fenomeno del pulviscolo di sabbia proveniente in questi giorni dal deserto del Sahara, giunto nell’Italia settentrionale con i venti di Scirocco. Una beffa per località turistiche come queste, penalizzate anche oggi, 1 aprile, nel giorno di Pasquetta dal maltempo. Pioggia un po’ ovunque che sta rovinando i piani di moltissime persone che avevano programmato gite fuori porta.

Leggi anche
Torna l’inverno: pioggia, neve a bassa quota e temperature da fine febbraio

Il fenomeno "giallo"

La sabbia del deserto ha “colorato” anche il lago di Garda al punto tale che molte persone si sono rivolte alle autorità per segnalare le chiazze anomale comparse in acqua e nei porti.

A Riva del Garda, l’amministrazione ha dovuto addirittura tranquillizzare con un post sui profili istituzionali chi ha segnalato il fenomeno: “La colorazione assunta in alcune zone dall’acqua del lago: è solo sabbia e non costituisce in alcun modo un rischio per la salute. Non è nemmeno causato dal cambiamento climatico, ma è un fenomeno relativamente frequente che si è verificato anche negli ultimi anni. Interessa non solo l’Italia ma tutta l’Europa centrale”.

Leggi anche
Il cielo colorato di giallo dalle polveri del deserto. Cosa succede se piove e che rischi ci sono per la salute

Luciano Scarpetta

Suggerimenti