<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Bovolone

«Idra 2024» comincia con l'alzabandiera: al via la maxi esercitazione della Protezione Civile

di Roberto Massagrande
Circa 400 volontari della Protezione Civile Ana oggi saranno impegnati in una grande esercitazione che coinvolgerà sei comuni del Veronese
Idra 2024, alzabandiera prima dell'inizio dell'esercitazione a Bovolone
Idra 2024, alzabandiera prima dell'inizio dell'esercitazione a Bovolone
Idra 2024 alzabandiera (Massagrande)

Alzabandiera questa mattina alle ore 8 per 400 volontari della Protezione Civile Ana riuniti in piazzale Aldo Moro a Bovolone, in prossimità del palazzetto pollifunzionale Le Muse, base operativa della mega esercitazione “Idra 2024”.

I volontari, suddivisi in una decina di squadre si dirigeranno in altrettante aree per le esercitazioni, per una serie di manovre diversificate. Torneranno a passare la notte alla base operativa, e concluderanno la tre giorni di mobilitazione con una parata per le vie del paese domenica mattina.

L'evento, patrocinato dalla Provincia di Verona e dalla Regione del Veneto, è organizzato in collaborazione con il Consorzio di Bonifica Veronese e i 6 Comuni, oltre a Bovolone sono coinvolti altri 5 paesi: Salizzole, Nogara, Isola Della Scala, Isola Rizza e Castel d'Azzano.

A Bovolone le squadre opereranno nel parco Valle del Menago e nell’area dell’ex base militare. Per l’occasione erano presenti il Sindaco di Bovolone, Orfeo Pozzani; David Favetta, Vicepresidente vicario ANA Verona con delega alla Protezione Civile e Luca Brandiele, Coordinatore Protezione Civile ANA Verona.

[[(article) Tutto pronto per la maxi esercitazione della Protezione civile Ana]]

L'esercitazione vedrà in azione inoltre volontari provenienti dalle Squadre Zonali, dai Gruppi Specialistici, Alpini, Amici degli Alpini e altre associazioni di protezione civile, con il supporto tecnico/logistico della Struttura di protezione civile del 3º Raggruppamento di Campiglia dei Berici (Vicenza). Sono una cinquantina i mezzi tecnici di supporto, verranno impiegati droni, squadre cinofile, teleferiche, idrovore e motopompe, secondo uno specifico piano di gestione delle emergenze di Protezione civile. Ro.Ma.

Suggerimenti