La Sagra dell’anguria si rimette in marcia Mesi di preparazione

La festa dell’anguria a Bure Si concluderà i 16 agosto con lo spettacolare assalto al palo della cuccagna
La festa dell’anguria a Bure Si concluderà i 16 agosto con lo spettacolare assalto al palo della cuccagna
La festa dell’anguria a Bure Si concluderà i 16 agosto con lo spettacolare assalto al palo della cuccagna
La festa dell’anguria a Bure Si concluderà i 16 agosto con lo spettacolare assalto al palo della cuccagna

Rinsaldare lo spirito di comunità e rinnovare l'accoglienza. Insieme. Con la forza della tradizione e del buon cibo. Perché squadra che vince, e formula azzeccata, non si cambia. Bure è pronto per l'edizione 2022 della Sagra dell'anguria e festa dell'Assunta, appuntamento tradizionale paesano tra i più gettonati della Valpolicella che quest'anno si svolgerà da oggi a martedì 16 agosto. Per accogliere sportivi, buongustai e ballerini di liscio, giovani e famiglie con bambini, anziani e turisti all'insegna dell'amicizia. Dove? Nel prato antistante la chiesa, al Circolo Noi "Sei Più" e nel suo cortile estivo, in canonica e nel suo curato giardino, nella piazza vicino alla scuola dell'infanzia trasformata in grande e allegra pista da ballo. Il Comitato Sagra è al lavoro da mesi per organizzare tutto, far fronte alle norme e alle novità sul fronte della sicurezza, arruolare i volontari di ogni età disposti a impiegare tempo ed energie a beneficio della parrocchia. La Sagra dell'anguria rappresenta un atteso ritorno nella frazione di San Pietro in Cariano, dopo una sofferta pausa durata due anni, e vedrà in campo per 11 sere consecutive un centinaio di volontari impegnati non solo nei chioschi enogastronomici allestiti in mezzo al verde, all'angolo tirolese, a Malga Bure, al bar del circolo Noi e alla vicina Enoteca con degustazioni di vino e piatti abbinati, ma anche alla pesca di beneficenza e allo stand dei fiori. Bambini e ragazzi invece, accompagnati da un manipolo di adulti, si divideranno ogni sera in squadre per farsi carico della pulizia dei tavoli e della raccolta differenziata dei rifiuti. Infine, mostra mercato d'artigianato fatto a mano dal gruppo Mani d'oro con tanti pezzi unici per abbellire casa e mostra dedicata alle opere di artisti locali. Le orchestre da ballo e di liscio in particolare la faranno da padrone, coprendo la maggior parte delle serate danzanti. Grande ritorno giovedì 11 agosto dell'orchestra spettacolo I Rodigini. Lunedì 8 la protagonista sarà la musica reggae con Furio e gli Ska-J, martedì 9 spazio invece alla dance anni Settanta, Ottanta e Novanta con Free Music project. Ad arricchire le proposte enogastronomiche e le serate musicali, per lasciarsi alle spalle i mesi duri della pandemia e guardare avanti, ci saranno anche alcuni eventi collaterali. Domani la corsa podistica Marcia dell'anguria, domenica 14 il Motogiro dell'anguria e martedì 16 lo spettacolare assalto al palo della cuccagna. La marcia, organizzata dalla Polisportiva Bure in collaborazione con l'Umv-Unione marciatori veronesi, prenderà il via domani dal parco giochi in via Don Bertoni, dove è fissato pure l'arrivo. Partenza alle 7.30, due percorsi di diversa lunghezza e difficoltà tra vigneti e colline (6,5 chilometri piano e 12,8 chilometri ondulato), ristori lungo il tragitto e alla fine del giro, riconoscimenti ai gruppi con tanti premi e anguria intera in omaggio. Per motivi sanitari legati al Covid-19, invece, al ristoro finale quest'anno non saranno distribuite le fette di cocomero simbolo della festa e dell'agosto a Bure. •.

Camilla Madinelli