in vista delle cerimonie nell'anfiteatro

Olimpiadi Milano-Cortina 2026, Tommasi incontra Varnier: «L'Arena biglietto da visita che racconta la nostra Nazione»

Sul tavolo gli eventuali investimenti in termini di adeguamento strutturale dell’Arena, soprattutto sul tema dell’accessibilità
Il veronese Andrea Varnier è il manager scelto per guidare i Giochi olimpici invernali del 2026: l'Arena ospiterà le cerimonie
Il veronese Andrea Varnier è il manager scelto per guidare i Giochi olimpici invernali del 2026: l'Arena ospiterà le cerimonie
Il veronese Andrea Varnier è il manager scelto per guidare i Giochi olimpici invernali del 2026: l'Arena ospiterà le cerimonie
Il veronese Andrea Varnier è il manager scelto per guidare i Giochi olimpici invernali del 2026: l'Arena ospiterà le cerimonie

Il sindaco Damiano Tommasi ha incontrato nel tardo pomeriggio l'amministratore delegato della Fondazione Milano Cortina 2026, Andrea Varnier, in vista del programma di gestione della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi invernali 2026 e dell'evento di apertura delle Paralimpiadi.

Il primo di una lunga serie di incontri durante il quale sono stati trattati molti temi, dalla logistica, all'accessibilità, alle tempistiche. «La possibilità di celebrare la Cerimonia di Chiusura delle Olimpiadi e quella di Apertura delle Paralimpiadi, è un progetto su cui stiamo lavorando intensamente e ci impone un’attenta valutazione con grande senso di responsabilità.- ha dichiarato l'AD Varnier, il manager scelto per guidare i Giochi olimpici invernali del 2026. - Gli eventuali investimenti in termini di adeguamento strutturale dell’Arena, e di cui si sta discutendo insieme a tutte le parti coinvolte - soprattutto sul tema dell’accessibilità - saranno un forte elemento di legacy caratterizzante che i Giochi lasceranno al territorio. Questo straordinario monumento rappresenta oggi un grande biglietto da visita che racconta la nostra Nazione nel mondo e che, domani, dimostrerà di essere ancora più inclusiva, pronto a rispondere alle esigenze dei veronesi e delle centinaia di migliaia di turisti e spettatori che ogni anno vi fanno visita».

«E' iniziato un dialogo su un progetto entusiasmante che vedrà protagonista tutta la città, nei suoi diversi ambiti e il suo territorio- ha aggiunto al termine dell'incontro il sindaco Tommasi - Una grande sfida non solo nell'organizzazione complessa di un evento di caratura internazionale ma anche nell'impegno corale di rendere ogni spazio di Verona davvero più accessibile a tutti».