CHIUDI
CHIUDI

14.10.2019

Sorpreso nel sonno
dai ladri: «Pistola
puntata alla tempia»

I carabinieri nella casa di Mezzane
I carabinieri nella casa di Mezzane

Sono entrati in casa mentre lui riposava. Due uomini, presumibilmente giovani, uno con un passamontagna nero ed uno con il passamontagna giallo. Volevano «Oro, Rolex e soldi». Continuavano a ripetere la richiesta come un mantra. Alla fine sono scappati portandosi via «soltanto» una pistola regolarmente detenuta che l’uomo teneva in quella casa isolata di Mezzane. Erano le 14.30 di venerdì, quando a casa di uno scultore della zona entrano in casa due persone. Lui ha 78 anni, ed è molto malato. Per questo il pomeriggio riposa.  «Uno dei due mi teneva una pistola, direi una Beretta, puntata alla testa», racconta l'uomo.

Nel mentre è tornata la compagna dell'artista che ha capito che qualcosa non andava, ha chiuso il cancello e chiamato i carabinieri. 

I carabinieri della Sezione investigativo scientifica hanno analizzato ogni cosa, cercato qualsiasi genere di traccia per indirizzare le indagini che ora sono in corso.

 

AGGIORNAMENTO: L'INTERVISTA AL RAPINATO

Alessandra Vaccari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1