Lotta al covid

I medici a Zaia: «Mancano i vaccini, non i vaccinatori»

Vaccinazione serale in Fiera (Marchiori)
Vaccinazione serale in Fiera (Marchiori)

«Mancano i vaccini, non i vaccinatori».

Così gli ordini dei medici del Veneto, compreso quello di Verona presieduto da Carlo Rugiù, rispondono al presidente del Veneto Luca Zaia che aveva detto che «Per fare una iniezione non serve una laurea», riferendosi alla possibilità che anche altre categorie oltre ai medici potessero vaccinare.

Il presidente dell'OMCeO di Verona afferma: «La puntura è solo la parte temporale minimale di tutto il processo di vaccinazione, che si articola in cinque fasi e contempla anche l'osservazione del paziente per possibili eventi avversi e sintomatologia legata allo stato di ansia. Ci sono 200mila camicia bianchi e migliaia di infermieri in Italia a disposizione per eseguire correttamente tutte le procedure, perciò, allo stato attuale, quel che manca per mettere in sicurezza la popolazione non sono i vaccinatori, ma i vaccini»

 

Leggi anche
Una molotov contro il centro vaccinale di Brescia

Suggerimenti