CHIUDI
CHIUDI

28.03.2020

Arriva la spesa «in busta» del comune di Verona: costa venti euro

Spesa a domicilio
Spesa a domicilio

Spesa a domicilio in (quasi) tutti i quartieri di Verona.

Come annunciato dal sindaco Sboarina in conferenza stampa, parte in città il servizio «Bottega Amica»

È già attivo in Borgo Venezia, Veronetta e San Massimo e a breve a San Michele e Borgo Roma.

 

Bisogna telefonare al numero 3515540210, il martedì e il venerdì dalle 10 alle 12, e chiedere il proprio kit, ovvero una busta (dal costo di venti euro) con all'interno generi alimentari di base, come frutta e verdura fresca, ma anche pane e latte, e altri prodotti a scelta.

I volontari della Pro Loco ricevono gli ordini e gestiscono le consegne, effettuate poi dall’associazione Anioc. Con la prima spesa si ricevono anche due mascherine lavabili e riutilizzabili. Le persone sorde possono inviare un sms, comunicando il kit scelto e l’indirizzo di casa. Nell’arco di uno o due giorni, a seconda della disponibilità concordata, spiega una nota di palazzo Barbieri ogni kit viene recapitato a domicilio.

 

CHI PUO' ADERIRE?

Tutti i negozi di quartiere possono aderire all’iniziativa mandando una mail agli indirizzi nicolo.zavarise@comune.verona.it o veronaproloco@gmail.com. Oppure contattare la circoscrizione di competenza. Sul sito del Comune verranno a breve pubblicate le locandine con tutte le informazioni necessarie, anche sui prodotti disponibili.elle consegne.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie