Successo del progetto veronese

«67 colonne per l'Arena» vince il concorso Art Bonus. Zaia: «Un riconoscimento a tutta Verona». Sboarina: «Grande lavoro di squadra»

.

Verona ha vinto il concorso Art Bonus, dopo un testa a testa sui social con Bergamo. Con un totale di 38.499 voti ricevuti (12.552 sul sito www.Artbonus.Gov.It e 25.947 sui canali Facebook e Instagram di Art Bonus), il progetto «67 Colonne per l’Arena» della Fondazione Arena di Verona è il vincitore della VI edizione del Concorso «Progetto Art Bonus dell’Anno».

Premio Speciale per la sua vittoria nella campagna social il TTB - Teatro Tascabile di Bergamo con il progetto «Monastero del Carmine di Bergamo», bene di proprietà del Comune di Bergamo che ha ottenuto 37.508 voti, di cui 10.750 sul sito e 26.758 sui social, ed è secondo nella classifica generale.

Quasi un ex equo tra i due progetti che in poche settimane sono riusciti a coinvolgere decine di istituzioni territoriali, testimonial del mondo dello spettacolo, blogger con migliaia di follower e le stesse aziende che hanno sostenuto i progetti in qualità di mecenati.

 

Il progetto «67 colonne per l'Arena» è frutto della collaborazione tra Fondazione Arena e Gruppo Athesis, ed è nato la scorsa primavera da una suggestione: ricostruire idealmente la cinta più esterna di arcate dell'anfiteatro, distrutta da un terremoto nel 1117, con un abbraccio di imprenditori e professionisti accomunati dal desiderio di contribuire non solo allo spettacolo ma anche al valore economico e sociale di questo monumento. Alla prima edizione del progetto hanno aderito 128 mecenati che, grazie alla legge sull'Art Bonus, hanno potuto usufruire di un credito d'imposta pari al 65 per cento dell'importo donato.

 

IL COMMENTO DI ZAIA

«La cosa bella è che il primo posto è stato ottenuto grazie al voto espresso sulle piattaforme social, segno che l’Arena e la lirica rappresentano un patrimonio popolare», ha commentato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia.  

«Questo premio è un riconoscimento all’impegno, sociale ed economico, dell’intera città di Verona e dei suoi imprenditori che sono riusciti a raccogliere 1,6 milioni per la conservazione e la promozione di un’opera architettonica inimitabile e unica al mondo. Grazie a chi ha votato per celebrare il teatro all’aperto più grande al mondo. L’Arena è un patrimonio dell’umanità, non a caso sarà una delle sedi principali delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026». 

 

IL SINDACO SU INSTAGRAM

«Un grande lavoro di squadra che ha portato i risultati prefissati. Enti e imprenditori ricompensati per aver sostenuto Fondazione Arena e averla avviata alla stagione della rinascita», scrive il sindaco Federico Sboarina in un post su Instagram..