Il parere dell'Agenzia Europea

Ok dell'Ema al vaccino anticovid per la fascia 5-11. «Ma niente Green Pass per i piccoli»

Vaccinazione di un ragazzino
Vaccinazione di un ragazzino
Vaccinazione di un ragazzino
Vaccinazione di un ragazzino

L'Agenzia europea del farmaco (Ema) raccomanda l'estensione dell'uso del vaccino anti Covid-19 Cominarty (Pfizer/BionTech) per i minori di 5-11 anni.

In una nota indica che la risposta immunologica del vaccino con dose più bassa (circa un terzo) rispetto a quella per gli adulti è comparabile con quella osservata per le dosi più elevate (16-25 anni): secondo uno studio il vaccino è risultato essere efficace al 90,7% nella prevenzione del Covid-19, aggiunge l' Ema indicando in ogni caso che "il vero tasso potrebbe essere fra il 67,7% e il 98,3%". Anche in questo caso, l' Ema indica che l'uso del vaccino per i minori di 5-11 anni comporta benefici superiori ai rischi. La decisione finale sarà presa dalla Commissione europea.

In Italia il passo successivo sarebbe l'approvazione da parte di Aifa. Le prime vaccinazioni, ha spiegato ieri il ministro Speranza, non comincerebbero comunque prima della terza decade di dicembre.

Per i più piccoli, ha però precisato il sottosegretario alla Salute Pieropalo Sileri, «non è previsto Green Pass o obbligo».