<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
L'intervento

Le nuove pandemie: «Dovremo essere preparati»

di Camilla Madinelli
La lezione del responsabile del programma e della strategia vaccinale dell'Ema
FDF2023 - intervista a Marco Cavaleri

«Non se, ma quando. Perché un'altra pandemia, dopo quella da Covid 19, ci sarà e ci chiederà di essere pronti per ridurne l'impatto sia in termini di vite umane che economico». Parola di Marco Cavaleri, responsabile del programma e della strategia vaccinale dell'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali. Cavaleri ha tenuto una lezione di mezz'ora, dal titolo "Emergenze e pandemie: ritorno al futuro". «Nuovi vaccini, farmaci antivirali, antibiotici: occorre lavorare in ottica globale, fare ricerca, monitorare, per capire meglio quanto è successo in questi anni con la pandemia da Covid e disegnare le strategie per il futuro».

Cavaleri ha citato numeri delle persone vaccinate e nomi dei virus potenzialmente pericolosi per l'uomo da qui al prossimo futuro. Ha parlato della «piaga della disinformazione, una pandemia nella pandemia che ha creato confusione nella popolazione», e ha svelato il candidato numero uno per la prossima emergenza sanitaria mondiale: «È il virus dell'influenza - rivela l'esperto dell'Ema - Al momento stiamo monitorando con molta attenzione l'aviaria, responsabile della morte di 400 milioni di volatili nel mondo, che ha già infettato altri mammiferi come i visoni e le foche».

La velocità è la parola d'ordine, per Cavaleri: «Dobbiamo fare in fretta,  avanzare prodotti farmaceutici e sviluppare vaccini in modo congiunto, perché non possiamo aspettare la prossima crisi». Il futuro è adesso.