LA PIANTA OFFICINALE

La torta con l’erba madre
di Lorenza

Il servizio fotografico degno di uno chef per la torta con l’erba madre
Il servizio fotografico degno di uno chef per la torta con l’erba madre
Il servizio fotografico degno di uno chef per la torta con l’erba madre
Il servizio fotografico degno di uno chef per la torta con l’erba madre

Sono giorni difficili e per non perdere le redini della propria vita è giusto, potendo, dedicarsi anche al proprio benessere. «Cucinare un dolce della tradizione, semplice, con un’erba aromatica e medicinale è ciò che ci vuole!», ha pensato Lorenza Faccioli. Abita a San Martino Buon Albergo e andando avanti e indietro dalla casa al giardino, ha notavo l’erba madre, nome scientifico Tanacetum parthenium. «Era rigogliosa, ancora senza fiori (sono piccoli, con petali bianco-gialli simili alle margherite) ma con le foglie di un verde brillante». Per questo nonostante il tempo non particolarmente clemente l’ha raccolta e ha deciso di preparare una torta. L’erba madre è chiamata anche «amarella», «matricale» ed «erba amara» con proprietà a tutela dell’apparato ginecologico ma anche efficace contro il mal di denti, le contusioni e influisce sulla digestione. Con le foglie si aromatizzano torte, frittate e frittelle amarognole. Lorenza ha cucinato una torta molto particolare ma «veramente buona».

INGREDIENTI. Tre uova, 150 gr di zucchero, 50 gr di erba madre tagliuzzata o tritata finemente, la scorza grattugiata di 1 limone, 1 bicchiere di latte, mezzo bicchiere di olio d’oliva (oppure olio di semi che non avevo in casa), sale q.b., 300 gr di farina, 1 bustina di lievito per dolci, zucchero a velo.

PREPARAZIONE. In un recipiente dove andranno tutti gli ingredienti sbattere le uova e lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungere poi il latte, l’erba madre, l’olio, un po’ di sale, la farina ed il lievito. Amalgamare bene tutto e versarlo in uno stampo con fondo e bordi imburrati. Cuocere in forno preriscaldato a 175 gradi per 35 minuti. Una volta che il dolce si è raffreddato spolverare con zucchero a velo. •

Suggerimenti