Vicenza

Pensionato preso a botte dopo l'incidente: individuato l'aggressore

Polizia e carabinieri hanno individuato il presunto aggressore (foto d'archivio)
Polizia e carabinieri hanno individuato il presunto aggressore (foto d'archivio)

Questura e carabinieri hanno chiuso il cerchio attorno all’autore della brutale aggressione avvenuta venerdì in viale Sant’Agostino, a Vicenza. A picchiare come una furia il pensionato di 68 anni, dopo averlo tamponato con l’auto, sarebbe stato un 33enne della città, che è stato denunciato per lesioni personali. Ne sono convinti gli investigatori, che lo hanno identificato grazie a numerose testimonianze e rintracciato l’altra notte.

 

Come riporta Il Giornale di Vicenza, il malcapitato, che ha chiesto l’anonimato per paura di ritorsioni, ha riportato la frattura del setto nasale e un trauma cranico. «Mio marito ha paura - riferisce la moglie -. Continua a ripetere che, se non fosse scappato, sarebbe morto».

 

Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, all’origine dell’agguato c’è l’incidente accaduto poco dopo le 20 sulla rotatoria di viale Sant’Agostino. Il 33enne, alla guida di un’Audi A3, è andato addosso al pensionato che lo precedeva. Quest’ultimo ha dunque chiesto all’automobilista che lo aveva tamponato di accostare a lato della strada per compilare la constatazione amichevole, dopodiché sarebbe scattato il pestaggio. L'uomo avrebbe colpito all’improvviso il malcapitato con una testata e un pugno in faccia. Il pensionato ha subito cominciato a sanguinare copiosamente e ha fatto qualche passo indietro per sfuggire alla furia dell’aggressore. Che, probabilmente perché alla scena stavano assistendo diverse persone, è risalito frettolosamente sulla sua automobile ed è scappato. 

 

Leggi anche
Pensionato pestato a sangue dopo un incidente in auto

Valentino Gonzato
# Sposta il focus sul parent