Conferenza stampa

Zaia al vertice per il Dpcm. Lanzarin: «Crescita contenuta, ma preoccupano le varianti»

Il video non può essere visualizzato in quanto non è stata accettata la cookie policy.
Luca Zaia - punto stampa 2 marzo 2021

Luca Zaia annuncia la diretta per aggiornare la popolazione sulla situazione coronavirus in Veneto, ma all'appuntamento si presenta l'assessore Manuela Lanzarin perché il presidente del Veneto è impegnato in un vertice Stato-Regioni sul nuovo Dpcm che sarà firmato oggi dal presidente del Consiglio Mario Draghi. 

 

Sempre oggi si discute della questione scuole: in zona arancione sarà possibile per i presidenti di Regione fermare le lezioni in presenza. Zaia, proprio ieri, si era espresso in modo critico nei confronti dei parametri del Cts su tale aspetto e aveva puntato il dito sulla ripresa dell'attività scolastica negli istituti considerandola la causa principale della ripresa dei contagi.

 

La diretta:

 

BOLLETTINO

«Sono 1.228 i positivi nelle ultime 24 ore su 42.712 tamponi e test rapidi eseguiti, vale a dire il 2,87%. Gli attualmente positivi sono 25.224. I ricoveri sono 1.317, -30 (1.023) in area non critica e +6 in intensiva. Sono 22 i decessi, in totale 9.874» 

 

PREOCCUPAZIONE

«C'è una crescita lenta e graduale dei contagi,  il virus circola in maniera contenuta, ma ci sono segnali di ripresa anche degli accessi in ospedale. Preoccupa la variante inglese, che ha raggiunto il 50 per cento dei contagi, e quella brasiliana» 

 

VACCINI

«Procede l'attività di vaccinazione, non ci sono particolari novità, ma dalla settimana prossima si comincia con il ricongiungimento delle coorti per gli over 80. Continua la vaccinazione degli operatori scolastici, con le varie modalità e in contemporanea anche quella delle forze dell'ordine. Iniziate anche le vaccinazioni delle prime tre categorie fragili: oncologici (circa 20mila), malati di fibrosi cistica (circa 500) e trapiantati e in attesa di trapianti e i loro familiari (circa 5mila). Siamo in attesa di indicazioni per quanto riguarda la possibilità di inoculare un'unica dose alle persone che hanno già contratto il Covid. Vaccino Johnson & Johnson? Il passaggio dell'autorizzazione Ema dovrebbe avvenire tra metà e fine marzo, quindi prima di aprile non credo che potremo inoculare dosi di questo vaccino» 

 

SCUOLE

«Credo che il vertice Stato-Regioni cui sta prendendo parte il presidente Luca Zaia credo che arriverà a una decisione anche in merito ai parametri per le chiusure delle scuole» 

Giorgia Cozzolino