la vicenda

Agsm-Aim, il sindaco Tommasi chiede la convocazione dell'assemblea dei soci

All'ordine del giorno, la revoca dall'incarico del presidente Stefano Casali e della consigliera di amministrazione Francesca Vanzo per venir meno del rapporto fiduciario
La sede di Agsm Aim
La sede di Agsm Aim
La sede di Agsm Aim
La sede di Agsm Aim

Il sindaco Damiano Tommasi ha chiesto la convocazione dell'assemblea dei soci per il giorno 3 dicembre. La lettera - con formale richiesta - è stata inviata oggi agli amministratori di Agsm-Aim (Stefano Casali, Gianfranco Vivian, Stefano Quaglino, Francesca Vanzo, Anna Massaro e Fabio Sebastiano) e ai componenti del collegio sindacale (Gaetano Terrin, Gabriele Pasquini, Chiara Zantedeschi, Alessandra Bassi e Antonio Gennarelli). Informato anche il sindaco di Vicenza Francesco Rucco.

Leggi anche
Caso Agsm Aim. Tosi: «D'accordo con Tommasi, ora ripristini lo spoil system». Sindacati: «Ennesimo terremoto a porte chiuse»

All'ordine del giorno, c'è la revoca dall'incarico del presidente di Agsm-Aim Stefano Casali e della consigliera di amministrazione Francesca Vanzo per venir meno del rapporto fiduciario con il socio di maggioranza Comune di Verona, come già illustrato nella lettera di richiesta di dimissioni formalizzata a Casali e Vanzo con apposita nota venerdì scorso nella quale il sindaco confermava le proprie perplessità circa le azioni intraprese, a maggioranza, dal consiglio di amministrazione nell'ambito della gestione degli effetti conseguenti alla sospensione dell'operazione "Compago", con particolare riferimento alla delibera del 20 ottobre, con la quale sono state revocate le principali deleghe assegnate al consigliere delegato di designazione veronese, e agli atti successivamente posti in essere dal consiglio stesso.

Leggi anche
Terremoto in Agsm-Aim, il sindaco Tommasi chiede le dimissioni di Casali e Vanzo