Ucraina sotto attacco russo

I veronesi a Kiev: «Situazione fuori controllo, stiamo cercando di tornare ma al momento non si può»

I veronesi lasciano Kiev

«Siamo al sicuro con i connazionali. Siamo in ambasciata. Ma qui la situazione è totalmente assurda». Poche parole, direttamente da Kiev, mentre l'Ucraina è sotto attacco bellico della Russia. Sono quelle del veronese Matteo Spiazzi, regista che nella capitale avrebbe dovuto debuttare a teatro con il suo spettacolo “the ball” proprio domani. Con lui la coreografia, veronese anche lei, Katia Tubini e il compagno Cristiano Zanus Fortes.

«Torniamo in Italia», aggiungono via whatsapp, «ma non sappiamo ancora in che modo».

«Siamo in un ufficio nel seminterrato. Il console ci ha detto che per il momento non possiamo lasciare il Paese ne via terra ne in aereo. Sapremo qualcosa nel primo pomeriggio».

 

Le prime comunicazioni del gruppo veronese, invece, sono delle 5,55, poco dopo l’inizio dell’attacco russo. «Stiamo andando via da Kiev, ma non ci fanno raggiungere il confine».

 

Leggi anche
I veronesi a Kiev per il loro spettacolo: «Ci hanno spiegato cosa fare in caso di attacco aereo»

Nicolò Vincenzi