Il dilemma

Tudor non scioglie i dubbi: «Resterò al Verona? Non so dire adesso se ci sono i presupposti, ne parleremo»

Tudor non scioglie i dubbi sulla sua permanenza in gialloblù (Fotoexpress)
Tudor non scioglie i dubbi sulla sua permanenza in gialloblù (Fotoexpress)
Tudor non scioglie i dubbi sulla sua permanenza in gialloblù (Fotoexpress)
Tudor non scioglie i dubbi sulla sua permanenza in gialloblù (Fotoexpress)

«Resterò al Verona? Se ci sono i presupposti per continuare insieme, ma non so dire sì o no adesso. Io mi devo sentire che è la cosa giusta e così pure il presidente. Dobbiamo parlare e poi vedremo». Tudor non si sbottona, nonostante le insistenze dei giornalisti,  sul suo futuro in gialloblù nella conferenza stampa post partita.

Tudor parla poi di Berardi, decisivo in questa partita, e dice: «Berardi era giusto che giocasse, è un ragazzo fondamentale negli spogliatoi e l'idea di dargli la fascia del capitano è stata giusta perché è venuta proprio dai giocatori, questo è un gruppo pazzesco

 

Leggi anche
Tavellin: «Record mancato per un punto, ma il Verona di Tudor rimarrà nel cuore dei tifosi»

 

Anche Maurizio Setti si era espresso in modo vago sulla permanenza a Verona di Tudor nel prepartita ai microfoni di Dazn: «Tudor? Abbiamo parlato un po' e lo faremo anche la prossima settimana per capire come interpretare il prossimo campionato. Gli ho espresso tutti i miei punti di vista, devo aspettare la sua risposta», ha detto

Andrà via il ds D’Amico, destinato all’Atalanta («sto lanciando un figlio») mentre per quanto riguarda Simeone dice «ha fatto un campionato veramente strepitoso - sottolinea Setti - ma è nelle sue corde. Il mercato deve ancora iniziare, vogliamo capire cosa vuole fare, noi vorremmo tenercelo stretto. L’idea è quella di provare a riscattarlo ma non siamo i soli a dover decidere, vedremo cosa fare».

 

Leggi anche
Lazio-Verona 3-3, Gialloblù in doppio vantaggio, poi raggiunti e superati: ma con Hongla si chiude in pari