Genoa-Hellas, parla Juric

«Mi spiace per i ragazzi. Lasagna sta facendo quello che deve fare: noi gli diamo amore e coccole»

Ivan Juric al Ferraris (Fotoepxress)
Ivan Juric al Ferraris (Fotoepxress)

«Arrabbiato? Mi dispiace per i ragazzi, hanno fatto un'ottima gara nonostante le difficoltà. Hanno dato tutto, ma a volte il calcio va così».

Così Ivan Juric dopo il pari con il Genoa, con l'Hellas ripreso in extremis in undici contro dieci.

«Lasagna? Finché si impegna così va bene, fa le cose che deve fare, deve essere sereno. Quando prendi un palo, è sfortuna. Noi prendiamo giocatori con qualche difficoltà mentale, e gli diamo amore e coccole».

«Sul gol finale abbiamo fatto casino con i cambi, ma è girata così, bisogna guardarla in modo complessivo. Ci è mancata furbizia, siamo ancora in fase di costruzione, mancano delle piccole cose che non può dare l'allenatore».

«Per me questa squadra non è più forte di quella dell'anno scorso. Tanti giocatori devono ancora migliorare tanto. Barak? Un signor giocatore, ci fa il Pessina dell'anno scorso. Se mi sento migliorato? Io mi sento più calmo e lucido».