Arriva l’Allianz e Verona può calare il bis

L’Nbv Verona festeggia la vittoria contro Vibo Valentia per 3-1 FOTOEXPRESSLuca Spirito al palleggio
L’Nbv Verona festeggia la vittoria contro Vibo Valentia per 3-1 FOTOEXPRESSLuca Spirito al palleggio
L’Nbv Verona festeggia la vittoria contro Vibo Valentia per 3-1 FOTOEXPRESSLuca Spirito al palleggio
L’Nbv Verona festeggia la vittoria contro Vibo Valentia per 3-1 FOTOEXPRESSLuca Spirito al palleggio

La grande incognita. La partita contro Milano è un rebus: con che formazione giocherà l’allenatore avversario, Roberto Piazza? L’Allianz non gioca da un mese, l’ultimo match quello con Monza il 4 dicembre perso 3-2. Poi tre partite di fila saltate per la positività di alcuni atleti e con l’opposto Patry non ancora al cento per cento ma sulla via del recupero dopo l’infortunio. Oggi, però, in diagonale con il palleggiatore Sbertoli potrebbe esserci Urnaut. Oppure Weber se lo sloveno non sta bene. Ma Piazza, con Monza, per esempio, ha giocato anche con Ishikawa nei panni del bomber. Il giapponese però non è ancora al cento per cento e ha ripreso ad allenarsi da poco. Quasi certo che sarà del match, ma non sarà comunque al top. Insomma, parliamo di una squadra che dopo un ottimo avvio di campionato è stata abbastanza sfortunata e sta attraversando un periodo di grande difficoltà: senza un giocatore di riferimento come Patry, ferma da tanto e con pochi allenamenti al completo nelle gambe. Milano, ottava a 20 punti (come Monza, che è settima per quoziente vittorie) ma con quattro partite da recuperare (Trento, Vibo, Modena, Ravenna), si presenta a Verona con l’intenzione di rimettersi un po’ in carreggiata ma non c’è dubbio che la squadra di Stoytchev (nona a 16 punti ma con un match in meno), considerata la situazione favorevole, non vorrà farsi sfuggire la possibilità di infilare la seconda vittoria di fila dopo quella importantissima ottenuta con Vibo Valentia. Sarebbe un bottino d’oro per recuperare un po’ di terreno e risalire la classifica. Anche i gialloblù, dal canto loro, però, hanno qualche pensiero: saranno, infatti, senza Asparuhov impegnato con la nazionale bulgara e la panchina ora è molto corta. «La vittoria con Vibo ci ha dimostrato ancora una volta che le qualità ci sono, sta a noi metterle in campo», dice Stoytchev. «I ragazzi sono carichi e hanno continuato a lavorare duramente in allenamento e questo forse potrebbe essere una svolta. Milano è una squadra pericolosa, con talenti incredibili, come Ishikawa e Piano, perciò dovremo stare molto attenti sia sottorete che in fase difensiva. Non giocano da diversi giorni e questo potrebbe giocare a loro sfavore, ma hanno dimostrato di essere un gruppo che non molla quindi vietato abbassare la guardia», sottolinea. «La partita», dice invece Piazza, «metterà di fronte una squadra come Verona, formazione che sta giocando un’ottima pallavolo, alla nostra, una squadra che invece è come se fosse alla prima partita di campionato». •

Marzio Perbellini

Suggerimenti