<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Torta «Pace di Paquara» Nasce il dolce del paese

di Renzo Gastaldo
Due modelli di torte Pace di Paquara, il nome del dolce che diventerà tipico del luogo FOTO DIENNE
Due modelli di torte Pace di Paquara, il nome del dolce che diventerà tipico del luogo FOTO DIENNE
Due modelli di torte Pace di Paquara, il nome del dolce che diventerà tipico del luogo FOTO DIENNE
Due modelli di torte Pace di Paquara, il nome del dolce che diventerà tipico del luogo FOTO DIENNE

L’amministrazione comunale si appresta a lanciare una iniziativa rivolta alla pasticcerie del territorio perché le stesse studino e realizzino una nuova torta denominata Torta della Pace di Paquara. L’idea è venuta all’assessore Debora Lerin, la quale l’ha sottoposta alla giunta che a sua volta l’ha fatta propria. «Lo scopo per cui si dovrebbe realizzare il nuovo dolce è duplice», spiega l’assessore Lerin, delegata al turismo. «Il primo è di disporre di un dolce tipico lupatotino, prodotto che attualmente non c’è almeno come dolce di tipo artigianale. La seconda finalità è di tipo commemorativo relativo alla pace di Paquara, l’evento medioevale che si è tenuto nel 1233 nella bassa del paese e di cui non moltissimi lupatotini sono a conoscenza ma che, a mio parere, per la sua importanza, va meglio ricordato e promosso». «Da queste due esigenze è nata la mia proposta alla giunta con incarico agli uffici comunali competenti di predisporre un avviso pubblico rivolto alle pasticcerie presenti sul territorio per l’adesione all’iniziativa finalizzata alla creazione di un dolce tipico lupatotino a memoria dell’evento storico». L’assessore Lerin anticipa alcuni particolari. «Vorrei chiarire che non ci sarà un concorso fra le pasticcerie ma verrà promossa l’unità di intenti da parte di tutti i pasticceri locali interessati ad unire gli impegni per arrivare a una ricetta condivisa». «Insieme troveranno l’opportunità di creare il dolce tipico lupatotino con il quale verrà diffusa la storia della nostra identità culturale». «A giudicare il risultato non ci sarà nessuna giuria in quanto il prodotto finito sarà elaborato da pasticceri competenti che troveranno, insieme, la formula migliore per conciliare la qualità della materia prima con la valorizzazione dei prodotti locali: fragola e sambuco», aggiunge l’assessore. «Il prodotto deve essere di lunga conservazione proprio per essere esportato e per trovare la soddisfazione del turista che di passaggio intende acquistare il prodotto. Una volta definita la ricetta, la stessa sarà seguita da tutte le pasticcerie coinvolte nello stesso modo, senza varianti e sarà distribuita con lo stesso packaging deciso», prosegue l’assessore. Il packaging della torta sarà una confezione con la raffigurazione della Pace di Paquara e nel suo interno verrà stampata una breve descrizione dell’evento. La torta è un tassello di una più ampia strategia. «La dolcezza apre la strada allo sviluppo turistico locale», conclude l’assessore.•.

Suggerimenti