<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
a Cervarese Santa Croce

Auto fuori strada nel Padovano, muore una 26enne veronese: voleva diventare pilota

di Luca Fiorin
Valentina Renso, di San Giovanni Lupatoto, è morta nell'incidente è avvenuto sabato 11 maggio a Cervarese Santa Croce.
Valentina Renso, 26 anni di San Giovanni Lupatoto, morta in un incidente nel Padovano
Valentina Renso, 26 anni di San Giovanni Lupatoto, morta in un incidente nel Padovano
Valentina Renso, 26 anni di San Giovanni Lupatoto, morta in un incidente nel Padovano
Valentina Renso, 26 anni di San Giovanni Lupatoto, morta in un incidente nel Padovano

Non ce l'ha fatta Valentina Renso, 26 anni, di San Giovanni Lupatoto che sabato sera, 11 maggio, è rimasta coinvolta in un tremendo incidente stradale a Cervarese Santa Croce, in provincia di Padova.

La giovane è morta nel tardo pomeriggio di  domenica, 12 maggio, a Padova. Nell'auto uscita di strada in modo autonomo, oltre alla veronese, vi erano altri due ragazzi: un 23enne, anche lui ricoverato, e una 24enne rimasta ferita in modo lieve.

Il grande sogno

Un grande sogno, quello di diventare pilota di rally, spezzato, per amara ironia della sorte, da un incidente stradale. Questo è ciò che è toccato in sorte ad una giovane di San Giovanni Lupatoto, Valentina Renso, che è morta in seguito ad un incidente avvenuto sabato sera, poco dopo le 20.30 nel Padovano. Per la precisione al confine fra i Comuni di Cervarese Santa Croce e Teolo.

Valentina era alla guida di una Bmw 320 che è uscita di strada in una semicurva e, dopo aver invaso la corsia di marcia opposta, è finita in un fossato e si è schiantata contro il tombino di un passo carraio. Con lei c’erano due giovani residenti nella provincia patavina, un ventitreenne di Limena ed una ventiquattrenne di Saonara. Il primo è stato ricoverato in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. La seconda è stata subito dimessa. La ventiseienne di San Giovanni, invece, ha subito un colpo così forte che, nonostante le cure prestatole all’ospedale di Padova, è deceduta poco dopo le 18 di domenica.

Arredatrice e pilota

Valentina Renso, che da un anno lavorava come arredatrice presso Galvan Mobili, ad Oppeano, stava finalmente riuscendo a diventare una pilota di automobili. Da dicembre correva per il team Labs Automotive di Novara. Attualmente si dedicava a corse su strada ed in pista, ma si stava preparando ad una carriera nel rallycross, seguendo le indicazioni del campione italiano Lucas Scabbia, che la definisce come «una persona piena di tenacia e forza».

Valentina aveva deciso di dedicarsi agli sport motoristici dando sfogo ad una grande passione e nel mondo degli sport motoristici aveva anche trovato l’amore. Quello del pilota e meccanico di Teolo, Padova, Demis Quagliato, che ieri l’ha salutata sui social scrivendo «Mi hai dato tutto, senza di te sono perso, mi hai fatto vedere l’amore vero».

 

 

Suggerimenti