<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
tagli del nastro

Informazione turistica, inaugurati tre uffici tra Garda e Baldo: «Più servizi in rete per i turisti»

di Emanuele Zanini
Completamente rinnovati nello stile, a Caprino, San Zeno di Montagna e Torri i visitatori troveranno informazioni su itinerari, eventi, alloggi
Il taglio del nastro dell'ufficio IAT di Torri del Benaco (Zanini)
Il taglio del nastro dell'ufficio IAT di Torri del Benaco (Zanini)
Il taglio del nastro dell'ufficio IAT di Torri del Benaco (Zanini)
Il taglio del nastro dell'ufficio IAT di Torri del Benaco (Zanini)

Tripla inaugurazione, questa mattina, 5 aprile, di tre Iat (Informazione e accoglienza turistica) nell'area del Garda Baldo, a Caprino, San Zeno di Montagna e Torri del Benaco, completamente rinnovati nello stile.

«Da Caprino e San Zeno di Montagna fino a Torri del Benaco, dal lago alla montagna i turisti troveranno nei loro itinerari turistici questi tre rinnovati uffici di informazione e accoglienza turistica, che sono un esempio virtuoso di sinergia tra il mondo pubblico e quello privato. Oggi abbiamo dimostrato che è possibile connettere il territorio veronese grazie alla rete regionale degli IAT, che offre una visione completa e omogenea della promozione turistica del Veneto».

Ad affermarlo è stato l’assessore al Turismo della Regione, Federico Caner, presente ai tre tagli del nastro con relativi appuntamenti dedicati al mondo dell'accoglienza e dell'informazione turistica.

Presenti assieme a Caner le autorità cittadine e religiose dei tre comuni veronesi, il presidente di Destination Verona & Garda Foundation, Paolo Artelio con il direttore, Luca Caputo, e gli architetti che hanno ideato il nuovo format per gli uffici di Informazione e Accoglienza Turistica del Veneto coordinati dalla Direzione Turismo.

Presenti assieme a Caner le autorità cittadine e religiose dei tre comuni veronesi, il presidente di Destination Verona & Garda Foundation, Paolo Artelio con il direttore, Luca Caputo, e gli architetti che hanno ideato il nuovo format per gli uffici di Informazione e Accoglienza Turistica del Veneto coordinati dalla Direzione Turismo.

«Gli uffici di Informazione ed Accoglienza Turistica sono da sempre un punto di riferimento necessario ed importante per i turisti che si recano a visitare le bellezze dei nostri territori. Un luogo dove i visitatori sanno di poter trovare tutte le informazioni per una visita – ha confermato il Presidente di DVG Paolo Artelio -. Ora la Fondazione può avere il compito, oltre che di coordinare, anche di gestire questi uffici del territorio, per proporci come un’unica realtà e aggiungere servizi di comunicazione e prenotazione tour, attività e alloggi. Torri è il primo IAT sul lago, con Caprino siamo in fase di definizione per la futura gestione e saremmo felici di poter aggiungere presto San Zeno di Montagna per ampliare ancora di più l’efficacia del piano strategico».

Partendo da Caprino Veronese, lo IAT si trova all'interno della splendida Villa Carlotti, che è anche sede del Municipio di Caprino e ospita al primo piano il Museo Civico. A San Zeno di Montagna, lo IAT si trova in una posizione strategica, nella Contrada Ca' Montagna, e ricorda una piccola baita. Infine, quello di Torri del Benaco si affaccia sul parcheggio grande del borgo, a metà del lago di Garda. Esattamente di fronte all'ufficio, c'è la fermata del traghetto che attraversa il lago, tratto Torri-Maderno. L'ufficio offre un’esperienza immersiva del territorio con visori e ospita la prima stazione di ricarica per cellulari con power bank.

La vicepresidente del Veneto, Elisa De Berti, presente al taglio del nastro dell'ufficio IAT di Torri del Benaco, ha infine sottolineato l'importanza della programmazione delle opere per incentivare il turismo lento e la fruizione dell'intera area del Lago di Garda. L’investimento a Caprino (l'ufficio sarà aperto tutti i giorni e tutto l'anno) è stato complessivamente di 40mila euro, suddiviso al 50 per cento tra Comune e Regione.

«Il rinnovo dello Iat è molto importante per Caprino e per tutto il territorio» dice il sindaco Paola Arduini. «Siamo in una posizione strategica, vicini al lago e ai piedi del Baldo. È fondamentale avere un punto di informazione regionale capace di guidare un turismo in continuo aumento».

A San Zeno - dove erano presenti tra gli altri anche il sindaco Maurizio Castellani e l'assessore Carlo Gambino, oltre che il consigliere regionale Daniele Polato e il presidente di Federalberghi Garda Veneto Ivan De Beni - per il rinnovo dello Iat, in contrada Ca' Montagna, sono stati investiti 25mila euro, metà dal Comune e metà dalla Regione. «Abbiamo lavorato con passione per poter ammodernare il nostro ufficio turistico a San Zeno», spiegano Castellani e Gambino. «Fare rete con Verona e gli Iat del Garda è la strada giusta per far conoscere il nostro territorio a più persone possibili. All’ufficio turistico i turisti avranno a disposizione anche le cartine dei sentieri che si potranno scaricare gratuitamente su un’applicazione apposita». 

Suggerimenti