<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Il corteo contro la guerra apre la sfilata dei carri

di Barbara Bertasi
Maschere di Caprino durante una sfilata in una foto d’archivio
Maschere di Caprino durante una sfilata in una foto d’archivio
Maschere di Caprino durante una sfilata in una foto d’archivio
Maschere di Caprino durante una sfilata in una foto d’archivio

Il Carnevale montebaldino si aprirà oggi alle 14.15 con la sfilata silenziosa contro la guerra in Ucraina di un gruppo spontaneo di giovani. L’organizzazione della 173a edizione dell’evento è stata una corsa contro il tempo. «Sarà appunto oggi, martedì grasso, ultimo di Carnevale, nel segno della tradizione», rileva l’assessore alle Manifestazioni Maurizio Salomoni che, ricordando il successo del Natale a Caprino legato ai presepi e ai borghi, ha voluto riproporre la storica sfilata, nonostante l'oscillante situazione della pandemia. «Sarà un Carnevale diverso», dice, «senza parco divertimenti, senza i punti ristoro organizzati dalla nostra Pro loco, ma in ogni caso un momento di festa e svago in un periodo difficile». Precisa Rosella Consolini, del Comitato Re del Baldo, la maschera simbolo del Carnevale Montebaldino: «Appena saputo che si sarebbe fatto, abbiamo contattato i gruppi a piedi e i carristi. Oggi arriveranno a Caprino dieci carri tra i quali quelli di Alpo, Castelnuovo, Cerna, Domegliara, Fane, Pozzo Moretto, Rosegaferro e addirittura Modena. Ci saràanno una ventina di gruppi a piedi di Verona e provincia e naturalmente il Papà del Gnoco». «Come sempre», prosegue Salomoni, «il corteo partirà dal parcheggio in località Acque. Percorrerà le vie San Pancrazio, XX Settembre, Sandri, 25 Aprile, IV Novembre e piazza Della Vittoria per fermarsi in piazza Stringa dove i partecipanti saranno premiati con una bottiglia del nostro olio locale». Apriranno la sfilata il Corpo bandistico Città di Caprino con le majorette di Cavaion e il Re del Baldo che procederà, accanto alla Regina e al Papà del Gnoco, attorniato dalla sua corte formata da Re Gioio, l’Arabo De Boi, El Duca de Ceredello, il conte de “i Malsalè de Pesina”, seguito dai gruppi a piedi e dai dieci carri allegorici. «Si procederà senza soste e la viabilità sarà chiusa al traffico dalle 13 fino al termine della manifestazione, consentendo sempre il passaggio dei mezzi d’emergenza», assicura l’assessore alle Manifestazioni. Che precisa: «Il Carnevale montebaldino è tra i più antichi della provincia di Verona, una tradizione che va mantenuta, esaltata e merita di essere vissuta e apprezzata da tutti. Perciò invitiamo a partecipare. Ringrazio il Comitato Re del Baldo e l’associazione Pro loco, col presidente Renato Betta, per l’organizzazione della giornata e l’impegno profuso per far rivivere ai caprinesi e ai nostri ospiti questo evento. Ringrazio in particolare i volontari della Protezione civile e gli agenti in servizio al Comando di polizia locale impegnati nel far rispettare le regole del distanziamento in caso di assembramento e la corretta viabilità durante la sfilata». Chiude il sindaco Paola Arduini: zLa scelta di organizzare la manifestazione è stata ben ponderata dall'amministrazione. La pandemia, in questo ultimo mese, ha dato segni di miglioramento poiché i casi di positività sono in forte calo come i ricoveri in terapia intensiva. Tutti sentiamo il bisogno di stare insieme e socializzare. Questa è una occasione per farlo, ma mi appello al senso di responsabilità di quanti vorranno essere presenti esortandoli al rispetto del distanziamento e invitando a indossare la mascherina anche se l’evento è all’aperto».•.

Suggerimenti