<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
al centro commerciale

Grand'Affi, maxifurto di superalcolici: 57enne arrestato con 61 bottiglie di whisky e rhum

Sui sedili posteriori dell'auto dell'uomo i carabinieri di Caprino hanno trovato cinque borse della spesa con all’interno ben 61 bottiglie di whisky e rhum delle più note marche
I carabinieri davanti al Grand'Affi
I carabinieri davanti al Grand'Affi
I carabinieri davanti al Grand'Affi
I carabinieri davanti al Grand'Affi

Furto al Grand'Affi nel pomeriggio del 24 gennaio. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Caprino Veronese hanno arrestato un cittadino straniero per il furto di 61 bottiglie di superalcolici di varie marche, sottratte dal supermercato Orvea che si trova all’interno del centro commerciale Grand’Affi.

Tutto è iniziato quando i militari, impegnati nel consueto controllo del distretto dello shopping, hanno notato un uomo che si allontanava con fare guardingo da un’auto con targa francese regolarmente parcheggiata negli stalli, che aveva aperto poco prima.

Raggiunto poco distante, è stato controllato verificando che si trattava di un 57enne straniero, domiciliato a Milano. Sui sedili posteriori del mezzo erano poggiate cinque borse della spesa con all’interno ben 61 bottiglie di whisky e rhum delle più note marche.

Sotto il veicolo, invece, i carabinieri hanno trovato le chiavi della vettura, di cui l’uomo, maldestramente, aveva cercato di liberarsi. A questo punto ai Carabinieri di Caprino è stato sufficiente verificare che gli alcolici, il cui valore complessivo è di circa 700 euro, erano stati asportati poco prima dal supermercato del centro commerciale.

La successiva perquisizione ha consentito di sequestrare anche un kit di strumenti da effrazione, mentre la refurtiva è stata restituita al supermercato. L’uomo è stato dunque arrestato  per furto aggravato. La Procura ha disposto il processo con rito direttissimo, all'esitop del quale il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare del divieto di dimora in Verona e provincia, rinviando il processo.

Suggerimenti