<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Tregnago

Una distesa di tende sul prato e una caccia al tesoro per il paese: gli scout celebrano San Giorgio

di Marta Bicego
Scout a Tregnago (foto Bicego)

Circa 750 camicie azzurre hanno riempito di colore il prato adiacente al Centro assistenza «Fermo Sisto Zerbato», a Tregnago. Ad offrire l’occasione sono da ieri pomeriggio, 20 aprile, i «Giochi di San Giorgio» che proseguono per tutto il fine settimana. 

Si tratta del grande raduno che ogni anno chiama a raccolta gli scout dell’Agesci, l’Associazione guide e scout cattolici italiani, della zona dell’Est veronese. Diciotto i gruppi presenti di Esploratori e Guide, ragazzi e ragazze di età compresa tra i 12 e i 16 anni, accompagnati dai loro capi reparto. Un weekend interamente dedicato ai seguaci di Baden-Powell che non si sono lasciati scoraggiare dalle temperature non proprio primaverili del fine settimana.

Sabato hanno allestito una distesa di tende e si sono dedicati ai vari lavori per organizzare l’accampamento e per prepararsi a trascorrere la notte. Prima però, spiega Anna Tonolli, incaricata di zona che assieme a Roberto Taioli sta coordinando l’evento, «hanno partecipato a una caccia al tesoro per le vie del paese». 

Altre sfide, sempre all’insegna del divertimento, si susseguono oggi. È il modo giusto per creare affiatamento tra gruppi che provengono da zone diverse del Veronese: da Tregnago a Soave e Casaleone fino a Borgo Trieste e Borgo Venezia, in città. «I giochi sulle competenze», continua Tonolli, sono alla base del tradizionale raduno. «Un momento di incontro e di scambio tra squadriglie», conclude, in ricordo del loro protettore, San Giorgio appunto. 

Suggerimenti