<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Intervista al comandante della Polizia locale Luigi ALTAMURA

«Vinitaly? Tre giorni da bollino nero. In arrivo 20mila auto al giorno». I consigli per sopravvivere al traffico

di Manuela Trevisani
Il comandante: «È la Champions League degli eventi in città, la mancata apertura dei sottopassi non aiuta. Usare l’auto il meno possibile»
Il comandante Luigi Altamura alla centrale operativa del traffico
Il comandante Luigi Altamura alla centrale operativa del traffico
Il comandante Luigi Altamura alla centrale operativa del traffico
Il comandante Luigi Altamura alla centrale operativa del traffico

La Champions League degli eventi. È così che il comandante della polizia locale Luigi Altamura definisce il Vinitaly, la fiera internazionale del vino che da domani, 14 aprile, a mercoledì 17 aprile attirerà a Verona decine di migliaia di visitatori.

Tre le giornate previste da «bollino nero» per il traffico - lunedì, martedì e mercoledì - per cui Altamura chiede la collaborazione dei veronesi.

Comandante Altamura, tutto pronto per il Vinitaly?

Siamo prontissimi. Abbiamo fatto molte riunioni al Comando con il nostro personale, i funzionari del settore Mobilità e traffico, Atv, i tassisti per illustrare il piano straordinario della viabilità. Oltre a un impiego giornaliero di 130 nostri agenti, abbiamo ricevuto rinforzi dalle città vicine: 44 agenti da Trento, Vicenza e Padova, che lavoreranno in nostro supporto nei prossimi giorni.

C’è preoccupazione per la «tenuta» della città a livello di traffico?

La preoccupazione c’è a ogni evento. Con Vinitaly è più ampia perché è la Champions League degli eventi di Verona ed è prioritario tutelare la fiera. Per questo è stato messo a punto un piano straordinario della viabilità, con la possibilità di adottare misure eccezionali. Ci aspettiamo tra le 15 e le 25mila auto in arrivo al giorno. Siamo fiduciosi che tutto funzionerà, se i veronesi ci aiuteranno.

Quali strategie consiglia ai veronesi di adottare?

Innanzitutto, privilegiare il trasporto pubblico, a partire dalle navette gratuite predisposte per raggiungere la fiera. Per la gestione dell’arrivo e del deflusso di auto nelle ore di punta verrà data la precedenza al trasporto pubblico locale, ai taxi, che sono stati potenziati del 40 per cento, e agli Ncc.

E per chi avesse necessità di spostarsi con mezzi privati?

Chi vuole usare l’auto, deve sapere che rischia di restare imbottigliato o deviato su altri percorsi. Invitiamo gli automobilisti a evitare la Zai, se possibile, e prestare attenzione agli orari di spostamento. È preferibile partire prima da casa per raggiungere scuole e uffici, perché verso le 8-8,30 l’area attorno ai caselli di Verona Nord e Sud sarà altamente trafficata. Lo stesso vale la sera, tra le 17 e la 20.

Ci saranno ancora parcheggi selvaggi attorno alla fiera?

Nelle ultime edizioni avevamo contrastato fortemente questo fenomeno, intervenendo con molte rimozioni. C’è grande attenzione per i residenti della zona, tanto che tutte le traverse di via Roveggia saranno chiuse e vigilate.

Il parcheggio della Genovesa è d’aiuto?

È una manna dal cielo, con i suoi mille posti auto. L’autostrada Brescia-Padova metterà a disposizione sei ausiliari della viabilità che, assieme agli agenti, indicheranno il tragitto per questo parcheggio scambiatore a chi viene dall’autostrada.

Cosa vi aspettate da Vinitaly and the city?

Abbiamo disposto tre pattuglie dedicate, in servizio dalle 17 alle 24. Se si dovessero riempire i parcheggi del centro, chiuderemo il traffico in corso Porta Nuova. Negli anni comunque si è sempre svolto senza problemi.

I sottopassi chiusi e la deviazione per la voragine in Borgo Roma complicano il quadro?

Sicuramente non aiutano, ma proprio per questo abbiamo adottato un piano B per la viabilità. Siamo fiduciosi, concentrati e certi che, come nel 2023 a sottopasso aperto, garantiremo un servizio idoneo a questo grande evento da Champions League.

Leggi anche
Strade, la guida per il Vinitaly: tutti i divieti, le navette e servizi di controllo

Suggerimenti