<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
L'annuncio

Cambio della guardia in prefettura: parte Donato Cafagna, arriva Demetrio Martino

Cafagna, dal 2019 a Verona, è diretto a Torino. Demetrio Martino lo sostituisce ai Palazzi Scaligeri, la prima volta in una provincia veneta
Donato Cafagna e Demetrio Martino
Donato Cafagna e Demetrio Martino
Donato Cafagna e Demetrio Martino
Donato Cafagna e Demetrio Martino

Cambio della guardia alla prefettura scaligera. Secondo quanto appreso, il prefetto di Verona Donato Giovanni Cafagna è in partenza per Torino  e il collega di Taranto, Demetrio Martino prenderà il suo posto in riva all'Adige. Per lui si tratta della prima volta in terra scaligera e in una provincia veneta.

Demetrio Martino una carriera nelle province «calde» del meridione 

Nel palazzo che si affaccia su piazza dei Signori è quindi atteso a breve Demetrio  Martino, nato a Reggio Calabria il 19 novembre 1960, sposato con due figlie.

Laureato in giurisprudenza all'università di Messina, ha poi conseguito il Master di II livello in Amministrazione e gestione del territorio alla LUISS. Assegnato alla Prefettura di Reggio Calabria nel 1988, dove è rimasto fino al 2011, ha ricoperto  vari incarichi tra cui Dirigente della Protezione Civile e Vice Capo di Gabinetto e maturato una significativa esperienza nei vari settori dell'Amministrazione territoriale dell'Interno. A seguito di promozione a Viceprefetto, dal marzo 2011 all'agosto 2013, ha ricoperto il ruolo di Capo di Gabinetto presso la Prefettura di Cosenza. Da Agosto 2013 a maggio 2014 è stato Capo di Gabinetto presso la Prefettura di Reggio Calabria.

Successivamente è stato incaricato della funzione di Capo di Gabinetto della Prefettura di Napoli dove, dal giugno 2016, ha svolto la funzione di Vicario del Prefetto. Con delibera del 7 marzo 2019 è nominato Prefetto e destinato a Matera, ove, dal 1° aprile 2019 al 6 gennaio 2020, ha ricoperto tale incarico. Dal 7 Gennaio 2020 è Prefetto della provincia di Taranto.

 

Donato Cafagna, dalla terra dei fuochi alla città di Giulietta


Al suo posto a Taranto arriverà Paola Dessi da Sassari. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari, anche Cafagna è entrato in Amministrazione dell'Interno nel 1988  venendo assegnato alla Prefettura di Bari. Successivamente, inviato alla Prefettura di Lucca con funzioni di Capo di Gabinetto.

Tornato a Bari, Cafagna ha ricoperto numerosi incarichi, promuovendo, tra l'altro, l'istituzione dell'Infopoint Europa, lo Sportello Informativo della Commissione Europea, partecipando alla costituzione delle Associazioni antiracket ed antiusura nei Comuni della provincia e coordinando il gruppo di studio per la redazione della legge regionale sulle vittime della criminalità e del racket e del relativo regolamento di attuazione.

Nell'agosto 2005 ha ricoperto l'incarico di Commissario Straordinario presso l'istituto Autonomo Case Popolari di Foggia e nel 2011 è stato nominato Capo di Gabinetto della Prefettura di Milano, dove, tra l'altro, ha contribuito all'avvio delle attività connesse allo svolgimento di Expo 2015 nei tavoli inter-istituzionali previsti dai protocolli di sicurezza e antimafia. Dal dicembre 2012, in qualità di incaricato del Ministro dell'Interno in Campania per il rafforzamento dell'azione di contrasto contro l'emergenza dei roghi di rifiuti in quella Regione, ha promosso il Patto per la Terra dei Fuochi. Nel 2015 è stato incaricato del Governo per i roghi di rifiuti in Campania e componente della Commissione Interministeriale.

Il 10 agosto 2016, è nominato Prefetto. Dal 13 febbraio 2017 fino al 24 marzo 2019 è stato Prefetto della provincia di Taranto. Ora per lui inizia un nuovo prestigioso incarico nel capoluogo piemontese.
 
 

Suggerimenti