<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Sopralluogo

Palazzo Bocca Trezza, proseguono i lavori di restauro: si ritrovano gli affreschi centenari

di Ilaria Noro
Questa mattina (15 maggio) di un sopralluogo effettuato dai consiglieri della commissione consiliare quarta, presieduta dal consigliere Pietro Trincanato, insieme alla vicesindaca Barbara Bissoli. Un lavoro da oltre 10 milioni di euro
Restauro Palazzo Bocca Trezza
Restauro Palazzo Bocca Trezza
Restauro Bocca Trezza (Marchiori-Noro)

Affreschi centenari finalmente riportati all'antico splendore, spazi abbandonati da decenni che ritrovano forma, colore e si preparano a nuove destinazioni. Il cantiere per il restauro e la riqualificazione Palazzo Bocca Trezza, a Veronetta, prosegue ed è stato meta questa mattina (15 maggio) di un sopralluogo effettuato dai consiglieri della commissione consiliare quarta, presieduta dal consigliere Pietro Trincanato, insieme alla vicesindaca Barbara Bissoli.

Il grande complesso di 4.500 metri quadrati che si affaccia sia su via XX Settembre che su via San Nazaro, è in fase di sistemazione da settembre 2022 attraverso un piano di riqualificazione coordinato dal Comune e finanziato con i fondi del Bando Periferie del Consiglio dei Ministri del 2016.

Si tratta di un finanziamento di 8 milioni di euro a cui il Comune aggiungerà ulteriori 2 milioni e rotti derivanti dall'avanzo di amministrazione di quest'anno. Si tratta di un'esigenza dovuta alla revisione dei prezzi, che negli ultimi anni hanno subito un incremento del 25 per cento circa.

Affreschi restaurati a Palazzo Bocca Trezza
Affreschi restaurati a Palazzo Bocca Trezza

Anche il giardino

Inoltre, l'amministrazione stanzierà il prossimo anno ulteriori 700mila euro circa per la realizzazione del giardino antistante il palazzo dal lato di via XX Settembre.«La data di fine lavori è prevista per la primavera del 2025. A quel punto, inizierà l'intervento di sistemazione del giardino esterno in modo da riconsegnare ai cittadini il complesso nella sua interezza. Quest'anno, intanto, stanzieremo circa 2 milioni e 200mila euro. La realizzazione del giardino è un'opzione contrattuale che abbiamo già attivato. Quest'anno sarà utilizzato per la progettazione e l'anno prossimo, a cantiere interno ultimato, per la realizzazione», riassume la vicesindaca.

Nella Casina, la struttura verso Porta Vescovo ex Casa del Giovane Fascista, è in fase di ultimazione la sistemazione del tetto. Già finita e funzionante, invece, la palazzina di fronte che ospitava le scuderie e che ora è punto informativo e di co-progettazione sul futuro del compendio In attesa della fine del macro intervento, i mesi a venire saranno impiegati per decidere come progettare l'utilizzo degli spazi attraverso un percorso di co-programmazione.

Vale a dire, delineare la nuova quotidianità della vita interna al palazzo al centro di Veronetta non con soluzioni calate dall'alto ma attraverso una condivisione che parte da zero e punta a coinvolgere la cittadinanza: dai residenti all'amministrazione, dagli enti del Terzo settore, all'università e a molti altri. Le varie proposte contribuiranno a definire le progettualità migliori, nell'ottica di spazi condivisi per attività culturali, ricreative e di aggregazione sociale. Il percorso, che coinvolgerà cittadini, associazioni e realtà a vario titolo attive sul territorio, è già iniziato negli spazi delle Scuderie.

Suggerimenti