<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Riconoscimenti

Verona in prima linea per la pace: premiato l'imprenditore ucraino protagonista del ponte con l'Ucraina

Dal 24 febbraio, giorno dell’invasione russa in Ucraina, hanno spedito più di 3 mila tonnellate di aiuti umanitari e 50 ambulanze per aiutare concretamente il popolo ucraino
Tosi, l'imprenditore ucraino Bekysh e Ferrari
Tosi, l'imprenditore ucraino Bekysh e Ferrari
Verona in prima linea per l'Ucraina

Dal 24 febbraio, giorno dell’invasione russa in Ucraina, hanno spedito più di 3 mila tonnellate di aiuti umanitari e 50 ambulanze per aiutare concretamente il popolo ucraino. Sono i volontari dell’associazione Malve per l’Ucraina, una delle poche che oltre a inviare gli aiuti, riesce a tracciare ogni spedizione assicurandosi che arrivi a destinazione. Tra gli artefici di questo ponte, l’imprenditore ucraino Volodymyr Bekysh, che ha messo a disposizione i mezzi della propria azienda di logistica per la causa umanitaria a favore dei propri connazionali.

A lui la Camera di Commercio ha deciso di conferire il premio ‘Imprenditore per la pace’, riconoscimento che quest’anno per la prima volta viene declinato in tale accezione e che trova il plauso dell’Amministrazione. “Il premio della Camera di Commercio rende onore all’operosità che Verona ha dimostrato fin da subito nei confronti del popolo ucraino, che non ha lesinato aiuti materiali e i viaggi fino al confine per aiutare chi voleva fuggire dalla guerra – ha detto l’assessore Tommaso Ferrari che oggi in municipio, ha incontrato Bekysh e la delegazione arrivata da Odessa.

"Ringrazio l’associazione Malve per l’Ucraina non solo per il grande sforzo in termini di aiuti, ma anche per l’opera di sensibilizzazione che portano avanti nei confronti dei veronesi. Sebbene ci siano meno titoli di giornale a proposito, è bene ricordare che la guerra non è finita e che c’è un popolo che sta attraversando indicibili sofferenze”. “Il premio sarà consegnato oggi pomeriggio nella sede della Camera di Commercio – ha aggiunto il vicepresidente Paolo Tosi -. Per la prima volta l’ente declina il riconoscimento in chiave umanitaria, un modo per sensibilizzare anche i cittadini su quanto è stato fatto e tuttora avviene per aiutare il popolo ucraino”.

“Ringrazio l’Amministrazione nella persona dell’assessore Ferrari per la sensibilità dimostrata, così come la Camera di Commercio per aver recepito l’importanza della nostra attività umanitaria – ha detto Bekysh-. Siamo grati per la solidarietà dimostrata, auspichiamo che il conflitto termini il prima possibile e il nostro popolo possa trovare la pace”.

Suggerimenti