<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Il programma

Il Carnevale prosegue nei quartieri: tra incontri e sfilate delle maschere

Oggi Luni Pignatar a Santo Stefano. Il Sire ribadisce l’alleanza con il Duca de la Pignata. Mercoledì a Parona la festa della renga
Luni Pignatar. L’incontro tra le maschere su Ponte Pietra
Luni Pignatar. L’incontro tra le maschere su Ponte Pietra
Luni Pignatar. L’incontro tra le maschere su Ponte Pietra
Luni Pignatar. L’incontro tra le maschere su Ponte Pietra

La festa continua per il Carnevale scaligero. Dopo le tensioni tra il Comitato del Bacanal e il Comune, dopo l’incessante pioggia che ha guastato l’evento clou di venerdì pomeriggio e ha costretto, sabato, il Principe Reboano a rimandare la sua navigazione sull’Adige, ieri il villaggio allestito in piazza San Zeno ha proposto gli ultimi eventi al coperto della tensostruttura.

Se la cavalcata storica di Tommaso Da Vico è stata interdetta dal maltempo, gli intrattenimenti sono stati garantiti a Veronetta, dove il Simeon de l’Isolo ha raccontato la sua storia sotto la galleria del Riciak in via Cantarane, offrendo galani, frittelle e cioccolata calda.

Ore che le nuvole si diramano e portano nuove schiarite, oggi sarà protagonista il rione Santo Stefano, scenario del tradizionale e atteso Luni Pignatar.

Luni Pignatar

Nel primo pomeriggio, alle 14, le maschere si troveranno in piazzetta Bra Molinari per presenziare, mezz’ora dopo, allo storico incontro tra il Papà del Gnoco e il Duca della Pignata su ponte Pietra, rituale che sancisce l’unione tra la riva mancina e la riva destra dell’Adige.

Lo storico incontro

Accanto al Duca vi sarà l’inseparabile Dio de l’Oro, maschera che evoca proprio l’oro rinvenuto nella pignatta. La festa proseguirà sul piazzale della chiesa, con la distribuzione del minestrone e i giochi per bambine e bambini.
L’incontro su Ponte Pietra risale al 1884, quando Siro Zuliani, contabile veronese e primo Duca della Pignata, si recò nel medesimo punto per rinnovare l’amicizia tra Verona e Veronetta, a quel tempo zona emarginata della città.

L’ultima sfilata al Porto

Domani pomeriggio figuranti e qualche carro si raduneranno a Porto San Pancrazio, dove si svolge l’ultima sfilata rionale all’interno della città. Alle 17, una festa di Carnevale andrà in scena anche a Madonna di Dossobuono.

Sempre domani pomeriggio, alle 14, torna in piazza dei Signori «l’ultima notte di Carnevale», con una serie di eventi in una struttura riscaldata, realizzati in collaborazione con la concomitante manifestazione «Verona in Love». Alle 14.30 il maestro Stefano Paiusco intratterrà i piccini con uno spettacolo di burattini che ha per protagonista il Sire del Bacanal, il piacioso Papà del Gnoco.

Le Ceneri a Parona

Mercoledì fin dalle 10, la festa de la Renga attirerà i veronesi di ogni parte della provincia a Parona, per l’appuntamento con la manifestazione che assicura degustazioni di polenta e renga nella ricetta originale. Alle 14.30 le maschere giungeranno in via Liberale da Verona per dare il via, alle 15, alla partenza del corteo con protagonista la «Parona» e la sua corte. Quindi si chiude in piazza del Porto e in largo Stazione Vecchia con giostre e musica.

La festa Simeon de l’Isolo protagonista della manifestazione
La festa Simeon de l’Isolo protagonista della manifestazione

Maschere in piazza Erbe

Il calendario non si esaurisce però a Parona. Domenica 18 febbraio, Madonna Verona e le maschere veronesi si ritroveranno in piazza delle Erbe e già prima, dal 16 febbraio e fino al 17 marzo, tornerà ad aprire il villaggio delle tradizioni al Giardino d’Estate, con giochi, intrattenimenti e novità. L’area all’angolo tra viale Cristoforo Colombo e via Vittime Civili di Guerra, a ridosso del Parco delle Mura, è stata completamente riqualificata dall’amministrazione che l’ha affida in gestione al Bacanal. 

Chiara Bazzanella

Suggerimenti