<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
fenomeno in crescita

Truffe agli anziani, fino a cento segnalazioni al giorno. E arriva quella in due tempi: ecco come funziona

di Alessandra Vaccari
Le bande inventano nuove tecniche per raggirare gli anziani, tra finti tecnici o falsi appartenenti a forze dell’ordine
Anziani nel mirino: in crescita vertiginosa le truffe ai danni degli anziani in città
Anziani nel mirino: in crescita vertiginosa le truffe ai danni degli anziani in città
Anziani nel mirino: in crescita vertiginosa le truffe ai danni degli anziani in città
Anziani nel mirino: in crescita vertiginosa le truffe ai danni degli anziani in città

Il fenomeno delle truffe agli anziani è fuori controllo. Ogni giorno vengono messe a segno decine di colpi o ne vengono tentati. Le segnalazioni ai numeri di emergenza fioccano. In un giorno fino ad un centinaio, tante, tantissime. Troppe.

Qualche giorno fa queste bande di criminali, che da fonti investigative parrebbero arrivare da fuori regione, hanno colpito in via San Leonardo, in Valdonega.

La truffa in due tempi

Ad una persona che stava arrivando all'ingresso del palazzo si era presentato un sedicente idraulico. Ha detto ad una residente di dover controllare le caldaie della casa. E ha chiesto all’ignara vittima di iniziare dal suo appartamento.

Poichè i ladri ormai sanno che l’allerta c’è, inventano sempre scuse nuove. L’uomo infatti alla vittima ha raccontato di numerosi furti accaduti in quei giorni nelle case vicine e di ladri catturati. Una volta in casa, il malvivente ha distratto la persona a cui aveva chiesto, per farla stare tranquilla, di partecipare al controllo della caldaia, e intanto si è impadronito di qualcosa (un gioiello e fotografie con cornice d'argento di familiari). Poi se n’è andato.

Ed ecco la novità: poco dopo si presentano due finti poliziotti che, facendo riferimento ai furti "preannunciati" dal falso idraulico, riconsegnano gli oggetti appena sottratti, dicendo di averli recuperati nella refurtiva di una banda di ladri e di avere anche l'incarico di controllare se altro è stato sottratto dall'appartamento.

Leggi anche
Falso tecnico dell’acqua, truffa sventata da un'anziana. Acque Veronesi: «Chiamate il nostro numero verde per verifica»

La testimonianza

«Sono veloci, con toni incalzanti, simulano urgenza, entrano in tutte le stanze, chiedono di visionare eventuali gruzzoletti di soldi e gioielli. E il furto è immediato. Non solo. Chiedono anche informazioni su altri anziani soli tra gli inquilini del palazzo, per individuare altre possibili vittime del raggiro», racconta una residente del palazzo. Difficile individuare queste bande sul colpo. Giusto qualche settimana fa avevamo riportato delle truffe con furti messe a segno con il trucco della chiamata ai carabinieri».

Il trucco: la chiamata ai carabinieri

In quel caso l’anziano viene raggiunto da una telefonata. Dall’altra parte del filo la voce di una persona che dice di essere un carabiniere che e che la persone deve andare in caserma per formalità che la riguardano. In questo modo uno degli anziani della coppia resta da solo in casa, e quando l’altro arriva in caserma, dove presumibilmente c’è un piantone, arriva il via libera per il furto. In alcuni casi sono spariti averi e contanti per migliaia di euro. In qualche caso i banditi sono stati scoperti, ma nella maggior parte, purtroppo, rintracciarli è molto difficile. Agli anziani si raccomanda di non fare entrare sconosciuti in casa, di avvisare il numero unico di emergenza 112.

Leggi anche
Tre anziani derubati con la truffa del figlio in pericolo

Suggerimenti