<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
nuovi acquisti della polizia locale

Arriva Trucam, il telelaser implacabile che «spia» dentro l'abitacolo. Ecco come funziona

Due i nuovi dispositivi acquistati dall'Amministrazione comunale, in grado di «leggere» la velocità a 1.200 metri e anche di vedere cosa sta facendo il guidatore, se guida senza cintura o utilizzando il telefonino
Trucam, il nuovo telelaser (Marchiori)
Trucam, il nuovo telelaser (Marchiori)
Trucam, il nuovo telelaser (Marchiori)

Si chiama Trucam, è in grado di «leggere» la velocità a 1.200 metri e l'amministrazione comunale, con un avanzo di bilancio, ne ha acquistati due.

Si tratta dei nuovi telelaser che verranno utilizzati sulle nostre strade e che sono in grado anche di vedere cosa fa il conducente durante la guida, quindi nessuno potrà più negare, per esempio, di essere stato al telefonino cellulare.

Il comandante Altamura presenta il nuovo telelaser (video Marchiori)

Come legge vuole, quando il telelaser sarà in uso, sulle strade indicate come ogni settimana dalla Locale, verrà posizionato in strada un cartello che indica il posto di controllo

Leggi anche
Dal Chievo a Borgo Venezia: tutte le vie controllate con l'autovelox

 

Come funziona

La pattuglia filma per circa 40 secondi il mezzo in arrivo e, se viene superato il limite ferma il veicolo e invita la persona alla guida a scendere per vedere il video che documenta il superamento del limite di velocità, ma anche se vengono rilevate altre infrazioni all’interno dell’abitacolo, come l’uso del cellulare o la mancanza di cinture di sicurezza.

Spesso capita che qualcuno non si fermi, ma TruCam permetterà di filmare anche l’allontanamento, riuscendo quindi ad individuare anche la targa dei motocicli che è posta dietro.

Il nuovo telelaser è una tecnologia americana importata da Eltraff che ne detiene i documenti e l’atto di approvazione ministeriale, e gli agenti della Polizia locale sono stati formati per garantirne un uso corretto. 

“Questa nuova tecnologia di tipo digitale ci è stata messa a disposizione in particolare dall’assessora alla Sicurezza Stefania Zivelonghi grazie agli avanzi di bilancio 2022/23 – ha detto il Comandante della Polizia locale Luigi Altamura -. È uno strumento di ultima generazione che permetterà alle pattuglie di contestare immediatamente le violazioni ai limiti di velocità. Potremo colpire in maniera diretta quelli che sono anche più indisciplinati, di giorno e di notte, riuscendo ad individuare l’uso del cellulare o la mancanza dell’uso delle cinture. I cittadini devono comprendere che questo non è uno strumento per fare cassa, ma per far capire che in città bisogna ridurre la velocità”.

Alessandra Vaccari

Suggerimenti