<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
I dati

Parlamentari veronesi, ecco chi sono i più presenti in aula

di Enrico Giardini

Si tirano le somme. Prima dell’esame. L’esame del popolo sovrano. Quello che vota. Mentre sale la febbre per le elezioni politiche del 25 settembre - oggi si conclude il deposito dei simboli; entro lunedì 22 agosto le liste, della Camera e del Senato - Openpolis, nella sezione Openparlamento, riporta i dati dell’attività politica dei parlamentari. E, per quanto riguarda le presenze in aula, al primo posto tra i 16 parlamentari scaligeri, per presenze, c’è il deputato leghista Roberto Turri, con il 97,45 per cento. Turri risulta, per presenze, essere al sesto posto tra i 630 deputati uscenti, in una classifica che vede al primo posto il romano Marco Bella, deputato del Movimento 5 Stelle.

 

Leggi anche
Elezioni, ora anche gli under 25 possono votare per il Senato. Sono 70.000 nel Veronese


Openpolis, lo ricordiamo, è una fondazione indipendente e senza scopo di lucro che promuove progetti per l’accesso alle informazioni pubbliche, la trasparenza e la partecipazione democratica. Nella tabella  abbiamo estrapolato i dati delle presenze, assenze e missioni dei 12 deputati veronesi uscenti e dei quattro senatori. Ovviamente questi dati non sono gli unici indicatori dell’attività parlamentare (e nella scheda qui a destra citiamo il metodo e le precisazioni di Openpolis). Esiste infatti anche il nuovo “indice di produttività” che prende in esame il numero, la tipologia, il consenso e l’iter degli atti presentati dai parlamentari in modo da poterli confrontare tra di loro. In questo caso però ci limitiamo a presenze, assenze e missioni, tutte calcolate in percentuale, considerando il 100 per cento come il tempo totale di attività. 

 


Tra i deputati scaligeri, come detto, il leghista Turri, dunque, già sindaco di Roncà, nell’Est veronese, è al primo posto per presenze, con il 97,45 per cento e con il 2,55 per cento di assenze, non avendo svolto alcuna missione. Lo stesso, per missioni, Diego Zardini, deputato del Pd, al secondo posto tra i veronesi alla Camera con il 91,54 per cento di presenze e l’8,46 per cento di assenze. Segue, pure tra i deputati, al terzo posto il leghista Paolo Paternoster, con l’85,06 per cento di presenze e con uno 0,84 per cento di attività in missioni. Ciro Maschio, di Fratelli d’Italia, è a quota 76,83 per cento di presenze, al 16,2 di assenze e con l’1,66 per cento di missioni.

 

Leggi anche
Zaia: «Non mi candido. E il centrodestra cambi pelle. Su diritti e sessualità, chi non capisce è fuori dalla storia»


Scorrendo la tabella, la percentuale di missioni degli inquilini di Montecitorio sale al 15,38 per cento con Vania Valbusa, al settimo posto per presenze, e sale ancora con Francesca Businarolo, del Movimento 5 Stelle, al 22,3 e quindi al 33,93 per Alessia Rotta, Pd, con il 33,93 per cento. Il leghista Lorenzo Fontana ha invece la percentuale più alta di missioni, tra i deputati veronesi, con il 37,10, mentre è undicesimo quanto a presenze con il 44,72. È al 33,01 per cento di missioni, Mattia Fantinati, di Insieme per il futuro, con il 33,01, mentre è al 38,74 di presenze. 
Il deputato di Italia Viva Davide Bendinelli, anche sindaco di Garda, ha il 57,37 per cento di presenze e il 42,63 di assenze, quest’ultima la percentuale più alta dei parlamentari scaligeri.
Per quanto riguarda i quattro senatori veronesi, risulta al primo posto il leghista Cristiano Zuliani, anche sindaco di Concamarise, nella Bassa, con il 95,31 per cento di presenze, con l,87 per cento di assenze e il 2,82 per cento di missioni. Sono molto vicini a Zuliani Paolo Tosato, leghista, con il 94,57 di presene ma il 5,21 di missioni, Vincenzo D’Arienzo, del Pd, con il 94,53 per cento di presenze e il 4 di missioni, mentre ha il 70,85 per cento di presenze, l’8,08 di assenze ma il 21,07 per cento di attività extra aula di Palazzo Madama.

Suggerimenti