<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
La ricorrenza del 10 febbraio

«Giorno del ricordo» per gli eccidi delle foibe, il programma delle celebrazioni

Il sindaco alla cerimonia al Quirinale, a Verona diversi appuntamenti istituzionali fino a fine mese
Il monumento in piazza Martiri d'Istria e Dalmazia
Il monumento in piazza Martiri d'Istria e Dalmazia
Giorno del ricordo, Buffolo (Bazzanella)

Sono passati vent’anni da quando la legge ha reso il 10 febbraio, Giorno del Ricordo, una solennità civile una solennità civile nazionale italiana.

“È una data che riporta la mente ai massacri delle foibe e l’esodo Giuliano Dalmata, che ha portato anche a Verona molti profughi che hanno trovato accoglienza entrando a far parte della nostra comunità a pieno titolo”, dichiara l’assessore alla memoria storica, Jacopo Buffolo. “Le celebrazioni civili si terranno sabato con la deposizione di una corona al cippo che si trova nel cimitero monumentale e poi in piazza Martiri Istria e Dalmazia a Santa Lucia. Ma il calendario di appuntamento è fitto e durerà fino a marzo per ricordare quelle tragedie del ‘900”.

I momenti di riflessione e approfondimento sono stati organizzati insieme al Comitato Unitario per la Difesa delle Istituzioni Democratiche dove è partecipe l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia che da sempre porta avanti le memorie degli esuli divenuti una componente importante della comunità veronese.

Per legare ulteriormente la storia al nostro territorio, la locandina dei vent’anni della Giorno del Ricordo ritrae il Chiostro San Francesco, oggi chiostro dell’Università di Verona, che per oltre un decennio è stato centro di raccolta dei profughi Giuliano-Dalmati nel veronese.

Il programma delle celebrazioni

Sabato 10 febbraio, la deposizione della corona al Monumentale è fissata per le 9.30. Alle 11.15 verrà deposta una corona in piazza Martiri d’Istria e Dalmazia dove nel 2013 è stata realizzata una stele con una mappa dei territori della frontiera adriatica teatro dei massacri delle ‘foibe’ e dei luoghi dell'esodo. La commemorazione è curata della 4a Circoscrizione. Durante la cerimonia è prevista l’esibizione musicale di un Complesso Bandistico Musicale.

Già domani, venerdì 9 febbraio alle 17.30, l'Università di Verona (Center for European Studies / UniVr e Centro Studi Politici "Hannah Arendt") in collaborazione con il Comune di Verona e l'Istituto Veronese Resistenza ed Età contemporanea organizza in sala Farinati della Biblioteca Civica di Verona una conferenza dal titolo "L'esodo dall'Istria e dalla Dalmazia nel contesto globale delle migrazioni forzate post belliche". Relatori: Niccolò Pianciola (Università degli Studi di Padova) e Giovanni Bernardini (Università di Verona).

Il 15 febbraio, alle 18.30 al Teatro Nuovo, andrà in scena alla sala Bartoli la lezione spettacolo dello storico Giuseppe Parlato (professore emerito Unint) e l’avvocato Davide Rossi prodotta dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in occasione del 70esimo anniversario dei moti triestini del 1953.

Mercoledì 28 febbraio, dalle 9.15 alle 11, all’Auditorium del Palazzo della Gran Guardia, si terrà invece l’appuntamento dedicato agli Istituti Superiori di Verona con il saluto delle autorità e l’intervento dell’ammiraglio Romano Sauro, nipote dell’irredentista Nazario Sauro,  del quale ripercorrerà la storia e le vicende belliche.

Dal 22 al 29 febbraio, inoltre, la Buvette della Gran Guardia ospiterà la mostra ‘Il Giorno del Ricordo’, realizzata dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e destinata sia agli studenti che alla cittadinanza.

La mostra è composta da 18 pannelli in cui testi - redatti dallo storico Guido Rumici - e foto accompagnano il lettore nel percorso storiografico delle Terre d’Istria Fiume e Dalmazia, dall’epoca romana agli ultimi atti della separazione dalle terre d’origine lasciate alla nuova Repubblica Socialista Federale di Jugoslava di Tito.

Lunedì 12 marzo, nella sala Conferenze Educandato agli Angeli si terrà il seminario regionale ‘Linee guida per la didattica della frontiera adriatica’ promosse dal Miur nel 2022, l’incontro è promosso dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia – ANVGD.

QUI il programma completo del Giorno del ricordo a Verona.

Chiara Bazzanella

Suggerimenti