<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Venardi gnocolar

Recupero della sfilata del Carnevale, fissata la data: sarà di domenica

La manifestazione saltata il 9 febbraio sarà recuperata in aprile
Edizione 2019 del Venardi Gnocolar
Edizione 2019 del Venardi Gnocolar
Edizione 2019 del Venardi Gnocolar
Edizione 2019 del Venardi Gnocolar

Fissata la data per il recupero della sfilata del 494esimo Bacanal del Gnoco.

 L’ultimo incontro tecnico  tenutosi oggi, 23 febbraio, a Palazzo Barbieri ha individuato in domenica 28 aprile, a partire dalle 15.30, la data più idonea per riproporre la tradizionale sfilata del Venerdì gnocolar saltata lo scorso 9 febbraio a causa del maltempo. 

La soluzione, fa sapere una nota del comune di Verona, «tiene conto dei numerosi eventi cittadini già organizzati per i prossimi mesi e anche del calendario dei carnevali della Provincia, visto che sono in programma sfilate in diversi altri Comuni e vi partecipano gli stessi carri. Si deve fare i conti anche con la complessità della macchina organizzativa che riguarda sicurezza, viabilità, cantieri e scuole, nonché interferenze con altri eventi». 

La nota prosegue citando la riconoscenza della Giunta «alla Polizia locale per il grande sforzo profuso nel consentire la manifestazione. Senza l’impegno della nostra Polizia Locale e del Comandante, in un mese dove già si svolge il grande evento Vinitaly, non sarebbe possibile garantire la sfilata dei carri e delle maschere».

 

 

Il ballottaggio

Erano due le date papabili per l’edizione straordinaria del Venerdì Gnocolar, annullata a causa del brutto il 9 febbraio, sarà recuperata in aprile: venerdì 26, nel tardo pomeriggio o domenica 28. Escluso il sabato perché in basilica a San Zeno è prevista una serie di cresime.


Il recupero 

«Apprezziamo molto l’impegno dell’amministrazione nel condividere la scelta della data di recupero», aveva dichiato il presidente del Bacanal del Gnoco, Valerio Corradi, principale organizzatore dell’iniziativa. Mercoledì Corradi si era seduto al tavolo di confronto realizzato a Palazzo Barbieri con gli altri comitati carnevaleschi di Verona e provincia, e i tecnici comunali, per trovare la quadra.

«Anche se il ponte del 25 aprile ci farà perdere una fetta di veronesi, le nostre maschere potranno sfilare per i numerosi turisti che sicuramente raggiungeranno la città in quei giorni», aggiungeva. «Se optassimo per il venerdì, dovremo pensare a un orario nel tardo pomeriggio, perché chi guida i carri della provincia, come pure molti sfilanti, lavorano durante il giorno. La domenica, però, sappiamo che è una giornata difficoltosa per le forze dell’ordine anche perché il 28 aprile il Papa sarà a Venezia e quindi molti agenti saranno impegnati».


L’amministrazione

L’assessora alla cultura, Marta Ugolini, si era ulteriormente confrontando con l’assessora alla sicurezza, Stefania Zivelonghi, proprio per analizzare la possibilità.
«Il venerdì sarebbe forse ideale», diceva. «Stiamo comunque valutando se, optando per la domenica, si riesca a garantire tutto il sistema di sicurezza indispensabile a far sì che la manifestazione avvenga senza criticità. A breve sarà annunciata la data definitiva, in una scelta corale e condivisa, che tiene conto degli appuntamenti della città e anche della Provincia, visto che sono in calendario già altre sfilate in diversi Comuni e vi partecipano gli stessi carri. Senza dimenticare la complessità della macchina organizzativa che riguarda sicurezza, viabilità, cantieri e scuole, nonché interferenze con altri eventi».


Il programma del Giardino d’Estate

Proseguono intanto gli intrattenimenti al Giardino d’Estate, l’area verde all’angolo tra viale Cristoforo Colombo e via Vittime Civili di Guerra, a ridosso di Porta San Zeno, munita di struttura coperta e riscaldata. Avviata lo scorso fine settimana, la rassegna prosegue oggi con l’apertura degli stand alle 18, seguita dalla musica degli anni ’90 a partire dalle 21. Domani gli stand saranno aperti dalle 11 e dalle 14.30 saranno proposti giochi in scatola e carrom e musica per tutte le età. Alle 21 andrà in scena la Sunrise Band.

Domenica alle 11.30 largo spazio al teatro viaggiante dei burattini che, alle 12.30, saranno pure protagonisti di un laboratorio proposto da Stefano Paiusco. Alle 13.30 si svolgeranno letture animate tratte dal Marcovaldo di Italo Calvino e alle 20 si tornerà a ballare il liscio. 

Chiara Bazzanella

Suggerimenti