<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Controlli del territorio

Blitz interforze in due stabili abbandonati: trovati tre irregolari, due con precedenti sono stati espulsi

In tre settimane, decreto di espulsione a 26 stranieri
Controllo interforze di uno stabile abbandonato
Controllo interforze di uno stabile abbandonato
Controllo interforze di uno stabile abbandonato
Controllo interforze di uno stabile abbandonato

Prosegue in maniera serrata l’approccio rigoroso contro l’irregolarità voluto dal Questore: risale a ieri l’ultima irruzione interforze in alcuni stabili abbandonati della città. L’operazione, scattata alle 7 del mattino, ha coinvolto trenta uomini della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, in due stabili abbandonati in Via Fiumicello e in Via Verga.

Tre le persone straniere trovate mentre occupavano abusivamente gli edifici: un uomo di origine tunisina – con precedenti per tentato omicidio, lesioni, resistenza a Pubblico Ufficiale e spaccio di sostanze stupefacenti – un giovane marocchino – con precedenti per furto, rapina e guida in stato d’ebrezza – ed un tunisino. Tutti sprovvisti di documento di riconoscimento e, pertanto, portati negli Uffici di Lungadige Galtarossa per essere identificati.

Uno di questi – l’ultimo – è risultato richiedente protezione internazionale e pertanto non espellibile; gli altri, invece, sono stati messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione in quanto irregolari sul territorio nazionale e sono stati espulsi nella stessa giornata: uno è stato trattenuto al Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Milano, l’altro ha l'ordine di allontanarsi entro sette giorni.

Un risultato, seppur in termini numerici ridotto, significativo se letto in linea di continuità con il continuo monitoraggio del territorio: solo nelle ultime tre settimane sono stati 26 gli stranieri destinatari di provvedimento di espulsione, sei dei quali con trattenimento ai Centri di Permanenza per il Rimpatrio.

Suggerimenti