<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
l'ecomaratona del pellegrino

Alla Madonna della Corona le preghiere di pace dei bimbi dell'Ucraina

di Chiara Bazzanella
L'11 maggio gli atleti-pellegrini dell'associazione «Noi Corriamo Da Dio» chiederanno alla Madonna di intercedere per dare sollievo e speranza alle persone bisognose. Poi le letterine torneranno in città e raggiungeranno il Pontefice in visita a Verona
Il gruppo «Noi Corriamo da Dio» presenta l'Ecomaratona del pellegrino (Bazzanella)
Il gruppo «Noi Corriamo da Dio» presenta l'Ecomaratona del pellegrino (Bazzanella)
«Noi Corriamo da Dio» presenta l'Ecomaratona del pellegrino (Bazzanella)

I desideri di pace dei piccoli ucraini, e non solo, si preparano a raggiungere il santuario della Madonna della Corona, situato alle pendici del Baldo, in occasione dell'annuale Ecomaratona del pellegrino, promossa l'11 maggio prossimo dal gruppo “Noi Corriamo da Dio”.

Il lancio dell'iniziativa è avvenuto oggi pomeriggio, 20 aprile, in piazza Bra dove, per la prima volta, Verona Minor Hierusalem ha organizzato una passeggiata culturale come preludio alla Straverona che si svolge domani, preparando la città alla visita di Papa Francesco a Verona in programma il 18 maggio prossimo.

Le letterine di grandi e bambini saranno racchiuse negli zaini dei corridori pronti a raggiungere il santuario, per poi tornare in città e raggiungere lo stesso pontefice.

“Siamo di fronte all'inizio di un percorso di affidamento della città di Verona alla Madonna della corona, in attesa del pontefice”, ha detto Paola Tessitore, direttrice di Verona Minor Hierusalem. “Gli Amici del gruppo “Noi Corriamo da Dio”, porteranno alla Madonna della Corona le preghiere in segno di pace, scritte da bambini e adulti dell'Ucraina”.

I loro pensieri, le cosiddette intenzioni, saranno consegnati ai corridori il prossimo 10 maggio al Duomo, nello specifico a Sant'Elena, nella speranza che la passeggiata possa diventare nuovo stimolo di riflessione e, soprattutto, di invocazione della pace.

“I volontari della Verona Minor Hierusalem partiranno da piazza Santa Toscana in camminata e ci consegneranno le intenzioni per farcele portare fino al santuario dove saranno benedette”, evidenziano Luciano Venturini e Max Bogdanovich, il maratoneta già campione d'Italia nella categoria master, entrambi membri dell'associazione “Noi Corriamo Da Dio”.

“La nostra maratona non ha nulla a che fare con una prestazione sportiva, ma rappresenta piuttosto una donazione per non lasciare indietro nessuno. La fatica degli atleti-pellegrini sarà manifestata alla Madonna quale richiesta di intercedere per dare sollievo e speranza alle persone bisognose e, quest'anno, per dare ascolto alle richieste, ai pensieri, alle invocazioni dei fedeli, non solo ucraini, che ci affideranno le loro intenzioni”.

Suggerimenti