<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
SOS ABITAZIONE

Affitti e vendite a Verona: la mappa degli aumenti nei quartieri

I tassi dei mutui continuano a salire e le locazioni sono introvabili, così in molte zone di Verona le quotazioni sono da record
In centro le quotazioni sono inarrivabili per molti L’alternativa è buttare l’occhio nei quartieri periferici
In centro le quotazioni sono inarrivabili per molti L’alternativa è buttare l’occhio nei quartieri periferici
In centro le quotazioni sono inarrivabili per molti L’alternativa è buttare l’occhio nei quartieri periferici
In centro le quotazioni sono inarrivabili per molti L’alternativa è buttare l’occhio nei quartieri periferici

Anche Verona ha il suo quadrilatero. Non ha però nulla a che fare con la moda, come quello milanese, quanto più con gli immobili d’oro. Letteralmente. È qui – in quell’area che in Porta Borsari, Santa Anastasia, Ponte Navi e Arena ha il suo perimetro - che secondo il database di Immobiliare.it le case costano di più. Quelle in vendita e anche quelle, introvabili, in affitto.

Allargando il perimetro al centro storico, ad aprile, il prezzo al metro quadro delle abitazioni in vendita è stato di 3.794 euro, 12,36 euro per l’affitto: ma attenzione, si tratta di una media che comprende sia le case recentemente ristrutturate, rimesse a nuovo, tecnologiche e in classe A che gli alloggi più vecchi e malandati. Sta di fatto che il prezzo nel salotto di Verona è il più alto che si registra nel Comune.

Da nessuna altra parte si raggiungono questi livelli, basti considerare che al secondo posto nei prezzi delle compravendite ci sono Pindemonte e Valdonega dove un metro quadro costa mille euro in meno. Qui nemmeno gli affitti sono regalati (10,60 euro al metro quadro), tuttavia bisogna spostarsi un po’ più a Nord, tra Avesa e le Torricelle per trovare la medaglia d’argento delle locazioni, a 10,81 euro al metro quadro.

Leggi anche
Mutui inarrivabili, affitti boom: a Verona ora è emergenza casa

La legge del mercato

Un inciso, prima di proseguire nella carrellata. Le cifre raccontano di abitazioni in vendita ai limiti dell’accessibile, in un periodo storico nel quale ottenere e poi far fronte a un mutuo è complicato e rischioso per molte famiglie.

Non va meglio per gli affitti, proposti a peso d’oro, complice soprattutto la scarsa disponibilità a fronte di una domanda in aumento: secondo l’osservatorio di Immobiliare.it, la richiesta negli ultimi dodici mesi è cresciuta del 57,3% in città, mentre gli stock di immobili in attesa di locazione si sono ridotti del 15,5%.

Se poi si allarga lo sguardo agli ultimi cinque anni, si vede, sia per le case in vendite che per quelle in locazione, un andamento dei prezzi in continua ascesa. Con picchi raggiunti proprio in questo periodo, tra marzo e aprile: le vendite al metro quadro nel Comune hanno toccato in media i 2.393 euro, gli affitti gli 11,01 euro.

 

 

Viaggio nei quartieri

Dunque, se il centro è diventato per molti inaccessibile, tanto più in questo periodo che vede un’inflazione galoppante, i salari fermi al palo e i mutui sempre più costosi (dato della Banca d’Italia di ieri, il rialzo al 4,36% dei tassi di interesse a marzo sui prestiti per l’acquisto di abitazioni), necessariamente chi vuole acquistare butta l’occhio nei quartieri periferici.

Abbiamo visto che Pindemonte e Valdonega permettono di risparmiare, rispetto al centro storico, in media 80mila euro sull’acquisto di un appartamento di 80 metri quadri e 150 euro su un affitto delle stesse metrature.

Ad Avesa e sulle Torricelle i prezzi delle vendite hanno registrato un calo del 2,32% rispetto all’aprile dello scorso anno assestandosi a 2.270 euro al metro quadro; sono diventati più costosi invece gli affitti, dell’8,86%, raggiungendo i 10,81 euro. Si scende ancora un po’ a Quinzano e Parona, dove mediamente un metro quadro in vendita costa 2.357 euro (+3,51% i dodici mesi) e in affitto 9,10 euro (-10,78%).

Le quotazioni superano i 2mila euro anche a Borgo Nuovo, Navigatori, Ponte Crencano: per la precisione 2.043 euro al mq per una casa in vendita (+5,04% in un anno) e 9,62 per un affitto (+9,19%). Lì accanto, nell’area compresa tra Borgo Milano, Stadio, San Massimo e Croce Bianca le quotazioni scendono a 1.847 euro al metro quadro per le compravendite (+0,60%) mentre gli affitti costano di più, 10,45 euro al mq (+2,35%).

Proseguendo nella zona Est del Comune, si abbassano i prezzi a Santa Lucia, Golosine e zona Fiera, sebbene negli ultimi dodici mesi gli aumenti per gli immobili in vendita siano stati notevoli, del 13,16%, fino a raggiungere quota 1.539 euro al mq; in calo del 4,15% i prezzi degli affitti, a 9,24 euro. E proprio le locazioni sono invece aumentate di ben il 22% in un anno al Chievo e Bassone raggiungendo i 10,57 euro al mq; in calo invece, del 5,68% il prezzo degli immobili in vendita, a 1.639 euro al mq. 

Le tariffe a Sud e a Ovest

In via Mantovana, Dossobuono, Sacra Famiglia, complice probabilmente la vicinanza ad autostrada e tangenziali, i prezzi al metro quadro delle vendite sono un po’ più alti, 1.890 euro (+12,97% in un anno) mentre il prezzo medio per l’affitto è di 9,65 euro (+3,65%). A Borgo Roma e Ca’ di David gli appartamenti in affitto, complice la domanda legata alla presenza dell’ospedale e dell’università, sono praticamente introvabili. E quindi il prezzo schizza in alto: 10,37 euro al mq (+10,20% in un anno) mentre la stessa superficie in vendita costa mediamente 1.831 euro al mq (+4,63).

Spostandoci a Est, a Borgo Venezia, Santa Croce e Porto San Pancrazio gli immobili in vendita costano 1.867 euro al mq (+7,24%), quelli in affitto 9,38 euro (+8,19%); a San Michele Extra scende il prezzo della vendita, a 1.622 euro al mq (+6,22%) mentre sale quello degli affitti, 9,35 euro (+14,30%). Infine la grande area che comprende Poiano, Quinto, Montorio, l’unica che negli ultimi dodici mesi ha registrato un calo nei prezzi di vendite e affitti: nel primo caso un metro quadro costa 1.642 euro (-2,49%), mentre la stessa superficie in affitto viene offerta mediamente a 8,97 euro (-9,58%), il prezzo più basso all’interno del Comune. 

Francesca Lorandi

Suggerimenti