<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Casa di riposo Uil sollecita lo sblocco dell’integrativo

«Basta scontri sulla pelle dei lavoratori: si applichi il contratto integrativo sottoscritto a marzo». Il segretario generale della Uil Verona, Stefano Gottardi, e il responsabile del terzo settore Uil Fpl Antonio Imbriani intervengono sulla vertenza «per comportamento antisindacale» che contrappone Cgil e CSA all’amministrazione della casa di riposo di Cologna. Mentre Cgil e CSA ritengono che l’integrativo «sia stato sottoscritto in modo illegittimo», la Uil ricorda che «hanno firmato due dei tre componenti presenti ed effettivi della RSU di allora cioé la maggioranza». In questo momento l’Ipab ha sospeso i premi produttività e le altre indennità previste nell’integrativo, in in attesa che il giudice si pronunci. «I lavoratori aspettavano i riconoscimenti economici questo mese ma l’amministrazione li ha sospesi dopo l’impugnazione di Cgil e CSA». I lavoratori della casa di riposo intanto hanno raccolto firme a favore del contratto sottoscritto.•. P.B.

Suggerimenti