da villafranca agli states

Il veronese agente immobiliare delle star, da Brosnan alla Ferragni: «Ho trovato il compratore per la villa americana. C'era un capitale in borse griffate...»

Il broker 36enne vive negli Usa da 9 anni ed è amico dei Maneskin. «Ad Halloween festeggio a casa di Jared Leto». Ma ora il suo obiettivo è produrre film
Stefano Zoccatelli, broker villafranchese, ha seguito la vendita della casa americana di Chiara Ferragni
Stefano Zoccatelli, broker villafranchese, ha seguito la vendita della casa americana di Chiara Ferragni
Stefano Zoccatelli, broker villafranchese, ha seguito la vendita della casa americana di Chiara Ferragni
Stefano Zoccatelli, broker villafranchese, ha seguito la vendita della casa americana di Chiara Ferragni

È veronese il broker che, pochi giorni fa, ha partecipato alla vendita della casa della Ferragni, a Los Angeles, per una cifra di due milioni e 180mila euro. Stefano Zoccatelli, originario di Villafranca, abita nella città dell'industria cinematografica in California da quattro anni, ma da nove si trova negli Stati Uniti, dove ha fatto tappa prima a San Francisco e poi a New York.

La sua esperienza internazionale in start up e nel settore immobiliare sta per sfociare in nuove avventure, come quella della produzione cinematografica. Il luogo in cui vive è senza dubbio il più adatto, vissuto e frequentato dalle grandi stelle di Hollywood.

I Måneskin e gli altri

Il villafranchese, figlio dell'imprenditore Gaetano Zoccatelli, ha venduto la casa che era stata del rapper degli anni '90 Suge Knight, ed è grande amico dei Måneskin, che un paio di mesi all'anno si recano a Los Angeles dove fanno base per il tour statunitense. A uno di loro, Thomas, ha individuato l'interior designer per sistemare la casa a Trastevere.

«Sono in contatto anche con la cantante Kesha e con Beck, e quest'estate ho trovato sistemazione ai giocatori della Juventus», racconta l'intermediario di 36 anni, che al momento sta cercando acquirenti per un'altra mega villa di circa cinque milioni di euro. In essa hanno fatto tappa più volte Mark Ruffalo, l'incredibile attore di Hulk, come pure Adrian Grenier della serie Entourage. «Sto per vendere un'altra casa in cui vive il rapper Soulja Boy, e cerco un immobile per il regista francese di video musicali, Aube Perrier, autore del “tentacolare” Harry Styles trasformato in una sorta di sirenetto nella sua Music For a Sushi Restaurant».

A ogni Halloween Stefano viene invitato a casa di Jared Leto, che sfoggia abiti lussuosi firmati Gucci per trasformarsi in Luigi XVI o altri imperatori. All'hotel Chateau Marmont, dove sfilano le celebrità, ha avvistato Sorrentino e Billy Corgan degli Smashing Pumpkins, ma l'incontro casuale che ricorda con più piacere è quello avvenuto da Cartier con "l'agente 007” Pierce Brosnan.

Da Cartier con 007

«In attesa di essere serviti abbiamo commentato insieme alcuni orologi. È molto sorridente e piacevole», racconta Stefano. «Con Ruffalo invece ci siamo confrontati sul tema dei cambiamenti climatici, è particolarmente interessato all'ambiente». Il villafranchese trapiantato regala qualche succoso gossip. «Hayley Atwell, interprete in “Mission Impossible”, sta cercando casa a Los Angeles. Le piacciono soffitti alti, e ambienti con un'anima e non super moderni. È orientata a un'architettura coloniale spagnola».

Intanto Zoccatelli si gode la vendita di casa Ferragni, al centro di una curiosa vicenda. «Un anno fa ero stato selezionato dalla casa di produzione per interpretare il suo agente nel venderle la casa durante lo show», riferisce.

Tra reality e realtà

«Alla fine il reality a Los Angeles non è andato in porto ma nella realtà ho trovato la coppia interessata alla sua villa. Chiara non ci andava da tempo, tanto che si era quasi scordata del capitale di borse di Chanel e Gucci che aveva “abbandonato” in una vicina depandance». Ora l'obiettivo del broker è di produrre film. «Non avrò difficoltà a trovare immobili in cui registrare le scene», commenta ironico.

Chiara Bazzanella