CHIUDI
CHIUDI

06.07.2019

Ucciso e sotterrato
in un campo
Arrestato un 31enne

Un carabiniere a Villafranca sul terreno dove vennero ritrovati resti umani
Un carabiniere a Villafranca sul terreno dove vennero ritrovati resti umani

Ucciso per una vendetta trasversale. Perchè il fratello di Peter Happy, il nigeriano di 23 anni ritrovato, a pezzi, in un campo a Villafranca, aveva avuto una relazione clandestina con la fidanzata di «Ivie», al secolo Prince Igbinokpogie, nato in Nigeria nel 1988, che è stato arrestato nel pomeriggio di giovedì all’aeroporto di Malpensa con l’accusa di omicidio aggravato dai futili motivi e occultamento di cadavere: il giovane era stato assassinato il 10 agosto 2017 e poi sotterrato in un campo di mais.

 

Un’indagine meticolosa condotta dai carabinieri di Villafranca e dal Nucleo investigativo di Verona che iniziò con il ritrovamento, il 31 ottobre 2017, di alcune parti di scheletro in via Campo Vecchio, a Villafranca, in una zona generalmente coltivata a mais. F.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1