CHIUDI
CHIUDI

16.10.2019

Opere per 15 milioni di euro Investimenti al parco del Tione

Il sentiero che costeggia il fiume Tione nell’area del parco
Il sentiero che costeggia il fiume Tione nell’area del parco

Si concentreranno sul futuro del parco del Tione gran parte delle risorse economiche di Villafranca. Sarà un’operazione che scatterà già nel 2020, ma che verrà divisa in tre stralci. Il piano triennale delle opere, una spesa prevista di poco meno di quindici milioni, secondo il vicesindaco Francesco Arduini non si tratta «di un libro dei sogni, ma risposte per i cittadini». Piano ambizioso che pone l’accento soprattutto sull’area ovest della città. Al parco, che si estende su una superficie di 150mila metri quadrati, si vedranno i primi cantieri già nei prossimi mesi. Inizieranno a breve infatti le attività di acquisizione delle proprietà dei privati (circa un terzo di tutta l’area). Sarà il consiglio comunale del prossimo 24 ottobre a dare il via alla procedura. Il piano poi prevede la demolizione della tettoia oggi presente all’ingresso del parco; la realizzazione dell’impianto di irrigazione; verrà effettuata la piantumazione e ultimati i camminamenti. Per un importo di due milioni e 200mila euro. A fianco dell’area verde, invece, verrà demolito l’edificio di proprietà del Comune, oggi abitato da una signora (a cui le verrà proposta una nuova casa), su cui sorgerà il nuovo centro Anck’io. La superficie sarà di 400metri quadrati per un investimento di un milione di euro. Lavoro utile perché nel 2021 scadrà il contratto d’affitto che il Comune paga per l’attuale sede in via Marconi. Il secondo stralcio del parco, invece, prevede la realizzazione delle aree per camper e per i parcheggi. Infine, verrà portato a compimento con la costruzione di una nuova palazzina e l’ingresso. Parlando delle spese che dovrà sostenere il Comune, il sindaco Roberto Dall’Oca precisa: «In linea con il passato non verranno accesi mutui. È tutto frutto dell’avanzo di bilancio». La nuova area, poi, sarà anche la risposta alle richieste avanzata dai consiglieri Pd di sistemare il campo da calcio di via Zanini. Nel parco, infatti, verranno realizzati campi da gioco a cui i bambini potranno accedere liberamente. Ma il piano triennale delle opere è ben più complesso. Parlando del secondo parcheggio davanti all’ospedale Magalini, proprio di fianco a quello già esistente e che verrà realizzato per un costo di 800mila euro, Arduini aggiunge: «Siamo concentrati con gli uffici per dare seguito a quest’opera di vitale importanza per l’amministrazione». Dovrà invece essere affidato un incarico esterno per la riqualificazione della torre del castello. Mentre già nel 2020 si prevede la sistemazione di tutti i tetti di palazzo Bottagisio: «Abbiamo già affidato il piano di sicurezza. Contiamo di andare in gara entro la fine dell’anno», sottolinea il vicesindaco. Nel piano rientra anche la riqualificazione dei marciapiedi di via Rensi e Roma per cui è già stato affidato l’incarico. Non rientra invece la realizzazione delle piazze. Sia quella di Alpo che di Dossobuono fanno però parte nei piani dell’amministrazione. «Il fatto che ad oggi non siano inserite nel piano triennale non significa che non verranno portate a termine. Siccome non ci sarà nessun intervento di privati stiamo capendo come gestirle. Dobbiamo studiare la forma per i finanziamenti», conclude il sindaco. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

N.V.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1