CHIUDI
CHIUDI

01.12.2019

Faccioli condannato
a risarcire il Comune
Pd: «Via da Agsm»

L’ex sindaco di Villafranca Mario Faccioli
L’ex sindaco di Villafranca Mario Faccioli

L’ex sindaco Mario Faccioli dovrà risarcire 78mila 120 euro al Comune di Villafranca. Lo ha stabilito la Corte dei Conti di Venezia. Conferendo un incarico dirigenziale al funzionario del Comune Marco Dalgal, l’ex primo cittadino ha causato all’amministrazione «un ingiusto pregiudizio economico».

 

LE MANSIONI. A Dalgal, infatti, a giugno 2013, era stato affidato un incarico senza però che questo fosse in possesso di tutte le qualifiche richieste dalla legge per ricoprirlo. In particolare, per la funzione legata ai servizi economici e finanziari, la normativa prevede il conseguimento di una laurea. Requisito di cui il ragionier Dalgal non disponeva. Aspetto, secondo i magistrati, non sconosciuto a Faccioli che invece era stato informato in precedenza. I fatti risalgono al periodo che va dall’11 giugno 2013, giorno in cui è stato affidato l’incarico a Dalgal, al maggio 2018 quando è scaduto il secondo mandato di Faccioli.

 

COLPA GRAVE. In particolare, scrivono i magistrati, si configura una «condotta connotata da colpa grave». Al momento del conferimento, infatti, Faccioli era a conoscenza del requisito mancante. Aspetto che complica ancora di più la posizione dell’ex sindaco. 

 

GLI EFFETTI IN AGSM. Faccioli è attualmente presidente di Agsm Energia e sulla sentenza è arrivato immediato il commento dei consiglieri comunali di Verona del Pd, Elisa La Paglia e Federico Benini, che si domandano: «Posto che Faccioli potrà appellarsi, quale cittadino farebbe infatti amministrare i propri beni da un amministratore indicato come responsabile di gravi fatti di cattiva gestione? Per questo rivolgeremo una interrogazione al Sindaco affinché prenda in considerazione la situazione di Faccioli e ne disponga eventualmente la revoca o la sospensione».

Nicolò Vincenzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1