CHIUDI
CHIUDI

14.07.2019

Clochard bruciato,
i tre aggressori
forse non erano soli

Non c’è un quadro ancora preciso di cos’è successo una settimana fa dietro alla stazione di Villafranca quando il quarantaduenne Vasile Todirean è stato brutalmente aggredito a suon di calci sul viso, poi bruciato agli arti inferiori e ridotto in fin di vita. E così si sospetta che non tutto è ancora emerso e addirittura che potrebbero esserci altre persone coinvolte nel tentato omicidio del romeno oltre ai tre già arrestati con l'accusa di tentato omicidio:  Eros De Mori, 41 anni, Liliano Bosoni, 63, e Christian Tuca, 59.

 

Le condizioni della vittima continuano ad essere molto gravi anche se stabili ma non si esclude che i colpi subiti sulla testa possano avergli provocato danni irreversibili. 

 

La procura ha chiesto di ascoltare altri due clochard sull’aggressione di domenica scorsa. Anche gli indagati attendono gli sviluppi dell’indagine. Liliano Bosoni, difeso da Sara Montagna e Christan Tuca, difeso da Francesco Spanò, hanno scelto in sede di convalida del fermo operato dalla Squadra mobile, di avvalersi della facoltà di non rispondere, riservandosi di chiarire la loro posizione in un secondo interrogatorio. L’unico a parlare con il giudice due giorni fa è stato Eros De Mori, difeso da Christian Faccioli.

 

 Resta, infine, in sospeso il movente. Si parla di una sigaretta chiesta ma rifiutata da Vasile e di una confezione di vino Tavernello contesa tra il gruppo di senzatetto, rimasti in compagnia domenica tra una bevuta e l’altra prima del drammatico epilogo. 

Giampaolo Chavan
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1